Quantcast

Tagliacozzo, gioventù bruciata: alcool, urina e vomito in pieno giorno

Ragazzini scatenati in centro storico, pomeriggi di ordinaria follia a Tagliacozzo. Il sindaco denuncia inciviltà e degrado: "Ubriachi che urinano e vomitano nel parco e nel centro storico".

Ragazzini scatenati in centro storico, una sabato di ordinaria follia a Tagliacozzo. Il sindaco denuncia inciviltà e degrado: “Ubriachi che urinano e vomitano nel parco e nel centro storico”.

“Turbe di ragazzi e ragazzini (a volte anche minorenni) ubriachi e “su di giri” che urinano e vomitano nel parco di Piazza Duca degli Abruzzi e nel centro storico”. Così il sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio, denuncia la situazione di degrado che si rileva nel weekend nel Comune marsicano: “Locali di Piazza Obelisco e di Piazza Duca degli Abruzzi al di fuori dei quali si creano assembramenti di molti giovani e giovanissimi che il sabato pomeriggio iniziano ad alcolizzarsi con campari e birre a partire dalle 15. L’autoambulanza alle 19 che preleva alcuni di loro, in coma etilico suppongo… verso le 20.30 altri che si divertivano a tirare pietre su via Marconi nei pressi dell’incrocio del viale della stazione. Tutto ciò è il sabato pomeriggio nella nostra realtà cittadina e sinceramente ritengo che sua inconcepibile e inaccettabile”.

“Capisco che gli animi, soprattutto dei più giovani, – conclude il sindaco – siano stressati da questa situazione dovuta all’emergenza sanitaria che va avanti ormai da un anno, ma non è possibile che ci si abbandoni a questi vizi e a queste azioni! Lo dico innanzitutto per la loro salute e per il loro bene e poi anche per il bene della nostra società!
Non venite a reclamare i controlli delle forze dell’Ordine (che fanno quel che possono e sono impegnate anche in altre situazioni) perché i primi controlli dovrebbero venire dalle famiglie!“.