Quantcast

Campo Felice, i furbetti della neve: sciatori da fuori regione nonostante i divieti Covid

CAMPO FELICE - Turisti sugli sci anche da fuori regione, soprattutto dalla Capitale, in barba alle misure anti Covid.

CAMPO FELICE – Turisti sugli sci anche da fuori regione, soprattutto dalla Capitale, in barba alle misure anti Covid.

Raffica di multe a Campo Felice, dove i divieti anti Covid non hanno fermato i tanti turisti che hanno voluto approfittare nel bel tempo e delle piste innevate. Tantissimi sono giunti da Roma e dal Lazio, zona gialla, in Abruzzo, zona arancione. Gli spostamenti tra regioni sono ancora vietati, ma questo evidentemente non ha fermato tante persone che sono entrate in Abruzzo con le scuse più disparate.

Come ricorda Il Corriere di Roma, infatti, in molti hanno provato ad utilizzare un “trucco” che risale a metà dicembre: accompagnare i figli o i nipoti iscritti a scuole sci riconosciute dalla Federazione che devono allenarsi o sostenere gare in calendario, e nel frattempo sfruttare la giornata di sole sulle piste abruzzesi. Naturalmente la maggior parte dei “furbetti” non aveva figli o nipoti da accompagnare in allenamento, da qui la raffica di multe, naturalmente per quelli incappati nei controlli.

Carabinieri non solo impegnati nei controlli sulle strade, per punire i trasgressori, ma – con la folla sulle piste – anche ad effettuare continui passaggi per scoraggiare assembramenti.

Insomma, evidentemente i divieti relativi alle piste da sci in Abruzzo, come in altre regioni, non stanno funzionando, visto che i turisti rischiano volentieri una multa, pur di godere della montagna abruzzese.