Quantcast

Abruzzo, Rt scende lievemente: verso la conferma in zona arancione

Verso la conferma in zona arancione: l'indice Rt si è abbassato lievemente in Abruzzo, rimanendo sotto il valore di 1,25. Le anticipazioni del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio

Verso la conferma in zona arancione: l’indice Rt si è abbassato lievemente in Abruzzo, rimanendo sotto il valore di 1,25. L’anticipazione del presidente della regione Marco Marsilio

Nonostante la curva dei contagi non si sia ancora abbassata in Abruzzo, l’Rt è più basso rispetto ai valori rilevati della scorsa settimana. “Un Rt passato da 1,22 a 1,17. Valori al di sotto della soglia dell’1,25 che comporterebbe il passaggio in zona rossa. Per questo – spiega il Presidente Marco Marsilio – ci aspettiamo che domani la Cabina di Regia, chiamata al consueto monitoraggio, confermi la classificazione dell’Abruzzo in zona arancione”.

Resta in vigore, ovviamente, l’ordinanza con cui il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha dichiarato zona rossa le province di Pescara e Chieti fino al 28 febbraio.

“Province particolarmente colpite dalla variante inglese, hanno subìto e stanno tuttora subendo una forte accelerazione dei ricoveri soprattutto in Terapia Intensiva. Abbiamo superato la soglia d’allarme del 30% dei posti in T.I. occupati dai malati Covid e con i dati della giornata di oggi la percentuale è destinata a salire ulteriormente”.

Sulla zona arancione previsioni confermate, quindi, quelle del presidente Marsilio che questa mattina, ai microfoni del Capoluogo, aveva delineato uno scenario simile a quello emerso nel pomeriggio, con i dati.

Covid 19, l’Abruzzo prova a resistere alla zona rossa generalizzata

“Sono cresciute le ospedalizzazioni, ma l’Rt, che rappresenta l’indicatore principale rispetto al mantenimento di una fascia, dovrebbe essere stabile rispetto alla scorsa settimana per cui dovremmo mantenere la zona arancione. Se così fosse significherebbe che le misure di contenimento che abbiamo adottato stanno cominciando a funzionare” aveva detto Marsilio in mattinata.

La situazione è difficile sul fronte ospedali, stiamo facendo uno stress-test importante a tutta la nostra struttura; questa nuova variante inglese ha causato una crescita di casi concentrata in poco tempo”.

Non c’è però soltanto la variante inglese: sono stati registrati 7 casi di variante brasiliana sul territorio aquilano.

La conferma è arrivata questo pomeriggio alla redazione del Capoluogo. Si tratta di persone appartenenti allo stesso nucleo familiare e residenti nel capoluogo. Una di loro sarebbe stata già vaccinata e, proprio per questo, risulterebbe asintomatica. Questi casi, quindi, si aggiungono a quelli riscontrati già nelle scorse settimane in una famiglia residente a Poggio Picenze.

 

La variante brasiliana del Covid 19 è arrivata a L’Aquila

In una giornata frenetica come quella di oggi arrivano anche – e per fortuna – buone notizie. Inizieranno sabato le vaccinazioni dei docenti in tutta la regione: 1000 le dosi di vaccino che verranno somministrate nella Asl 1. 650 all’Aquila, 250 ad Avezzano e 100 a Sulmona. Nel corso della prossima settimana, verranno attivati 20 ambulatori in provincia: 4 quelli attivi al momento.

Asl 1, sabato vaccino anti covid per 1000 docenti: pronti 20 ambulatori in tutta la provincia