Arrampicata, l’Abruzzo c’è: Salvatore, Di Tommaso e Marchionni al raduno della nazionale

Sono 3 gli atleti abruzzesi che quest'anno faranno parte della nazionale giovanile di arrampicata. Gli atleti tutti della ASD Gollum, sono allenati dall'aquilano Roberto Cantalini.

Sono 3 gli atleti abruzzesi che quest’anno faranno parte della nazionale giovanile di arrampicata. Gli atleti tutti della ASD Gollum, sono allenati dall’aquilano Roberto Cantalini.

A Pescara dal 2009, il tecnico del capoluogo ha dedicato oltre 10 anni alla crescita sportiva di giovani talenti della città D’Annunziana. Basti pensare che Mattia Salvatore ha iniziato il suo percorso”verticale” nella società del tecnico aquilano, quando aveva appena 3 anni e mezzo.

Gli altri due convocati sono Giulia Di Tommaso (classe 2005 campionessa abruzzese assoluta) e Francesco Marchionni, il più giovane del gruppo (classe 2007 campione italiano giovanile 2018 lead).

I ragazzi sono stati tutti convocati al raduno della nazionale che si terrà a Brugherio (MB) il primo weekend di febbraio.
Questo risultato è per l’arrampicata abbruzzese, da considerarsi unico, perché mai prima d’ora, un team del centro sud Italia, aveva ottenuto un così ragguardevole risultato di squadra.

Roberto Cantalini tecnico arrampicata

Roberto Cantalini ha dichiarato: “Sono estremamente contento per questi ragazzi che si allenano tutti i giorni, malgrado il periodo non certo favorevole, dovuto oltre che alla pandemia alle difficoltà del complesso sportivo Le Naiadi“. Il tecnico aquilano, proprio lo scorso anno premiato dal CONI per la rilevanza dei risultati ottenuti dalla sua squadra di arrampicatori, ha dovuto faticare non poco per far riprendere gli allenamenti ai ragazzi, a causa della situazione Covid e delle misure relative che hanno bloccato l’impianto di riferimento per l’Asd Gollum.

Roberto Cantalini è tecnico della FASI dal 1995 e tesserato alla Federazione Arrampicata Sportiva Italiana già dal 1987 e quindi dai primordi della storia di questa giovanissima disciplina adrenalinica che è già approdata alle olimpiadi. L’arrampicata infatti è una disciplina in crescita esponenziale, sia come numeri che come centri dove si può praticare. In Abruzzo sono oltre 15 le strutture dove si può praticare questa attività che piace soprattutto ai giovanissimi, nel capoluogo abruzzese se ne contano 3 molto grandi che però sono al momento chiuse.