Quantcast

Velino, la Marsica bella abbraccia i soccorritori

Ricerche a oltranza per ritrovare i 4 escursionisti di Avezzano: non solo cronaca. Storie di solidarietà che abbracciano il lavoro coraggioso e senza sosta dei soccorritori.

Velino, ricerche a oltranza per ritrovare i 4 escursionisti dispersi da domenica 24 gennaio. La speranza non si spegne e la solidarietà non manca. Non potrebbe mancare di fronte al lavoro coraggioso e senza sosta dei soccorritori.

Velino, dietro la macchina dei soccorsi: si gela, ma la solidarietà riscalda il cuore

Partono all’alba ai piedi del Velino, terminano ogni giorno al tramonto le ricerche dei 4 escursionisti di Avezzano. Un’imponente macchina dei soccorsi, sostenuta da un’altrettanto grande macchina della solidarietà, che ha messo in moto la Marsica intera. Da Forme a Magliano, da Avezzano ai Comuni limitrofi, ognuno ha voluto fare la sua parte. E non a parole.

Pasti caldi, sia a pranzo che a cena, posti letto, messaggi di solidarietà dai più piccoli e associazioni con le maniche rimboccate per fornire conforto ai soccorritori in campo. Tra i componenti dei numerosi corpi impegnati nelle operazioni (Guardia di Finanza, Soccorso Alpino, Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Protezione civile), non tutti provengono dalle zone vicine.

Velino, vertice in Prefettura: le ricerche non si fermano

Per questo l’amministrazione comunale di Massa d’Albe e le associazioni del posto si sono, fin dal principio, attivate per non far mancare nulla ai soccorritori impegnati nell’Emergenza Monte Velino.

Non solo, sono tantissime le manifestazioni d’affetto e vicinanza della cittadinanza a tutte le persone impegnate nelle ricerche. A farsi avanti non solo importanti realtà imprenditoriali, ma anche privati cittadini dei Comuni di Massa d’Albe, Magliano de’ Marsi, Avezzano e altri territori vicini. Sarebbe possibile ma complicato fare un elenco completo di tutte quelle attività, ad esempio, che hanno contribuito con pizza, cibo, bevande varie e donazioni economiche all’accoglienza dei soccorritori. Si rischierebbe di lasciare fuori qualcuno. Non si può, tuttavia, non fare i nomi di quelle associazioni di Forme impegnate in primo piano nel fornire sostegno agli operatori delle ricerche.

La Pro loco delle Forme, l’associazione culturale I Grifoni, Quissi ‘elle Forme e gli Alpini di Forme. Queste le associazioni che non hanno mancato l’appuntamento con la beneficenza. I soccorritori che giungono da fuori dormono all’interno di appartamenti messi a disposizione dalla popolazione o in Bed&Breakfast nei dintorni, ha spiegato il vice sindaco Pier Pinto Di Carlo. Poi ci sono forni, bar, commercianti: un intero esercito solidale ha voluto offrire il proprio contributo a chi mette la propria vita al servizio di una collettività che spera.

chiosco foto escursionisti ricerche donazioni

E poi ci sono loro. I bambini.

Tutte le offerte che stanno arrivando vengono catalogate per essere poi opportunamente utilizzate. Il Comune di Massa d’Albe ha diramato il seguente avviso:

“Vista la grande solidarietà e il supporto espresso dai cittadini per l’emergenza Monte Velino del 24/01/2021, l’Amministrazione Comunale comunica che chiunque fosse interessato a contribuire, può effettuare donazioni tramite bonifico bancario ai seguenti IBAN:
Pro Loco e Associazioni di Forme:
IBAN:➡ IT37P0832740441000000002102
Intestato a: PRO LOCO DELLE FORME
Causale del versamento: “Emergenza Monte Velino”

Protezione Civile di Tagliacozzo, distaccamento di Massa D’Albe e Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, XX° Delegazione Abruzzo:
IBAN:➡ IT19S0832740810000000002234
Intestato a: Nucleo Operativo Volontari Protezione Civile
Causale del versamento: “Emergenza Monte Velino”.