Libri abbandonati che diventano opere d’arte, il book folding di Maria Piera

C'era una volta un libro vecchio: oggi è un'opera d'arte grazie al bookfolding di Maria Piera Pacione. Dalle vecchie pagine nascono farfalle, ritratti, orologi perfettamente funzionanti.

C’era una volta un libro antico e abbandonato. Oggi, con il bookfolding e le mani d’oro di Maria Piera Pacione, è diventato un’opera d’arte.

Il bookfolding, “piegatura del libro”, è una tecnica antica nata secoli fa in Giappone. Fino alla metà del XIX secolo, la piegatura dei libri era fatta a mano ed era un vero e proprio mestiere, tra l’altro molto apprezzato.

È una storia semplice quella che oggi il Capoluogo vuole raccontare, fatta di amore, di pazienza, di voglia di reinventarsi, di tutorial digitali, libri letti e poi piegati: è la storia di Maria Piera Pacione, una casalinga di Ofena che modernizzando la vecchia tecnica del decoupage ha cominciato ad appassionarsi e a dedicarsi al bookfolding.

book folding Maria Piera Pacione

Maria Piera Pacione nasce come creativa: “Per occupare il tempo e riprendere in mano la mia vita, avendo perso l’attività di parrucchiera con il sisma del 2009” spiega, intervistata dal Capoluogo.

Maria Piera ha l’arte nel sangue, in tutte le sue forme: infatti fa parte anche della Compagnia dei poeti. Ha iniziato per caso con sculture di libri e bambole africane, poi un giorno “l’illuminazione” e l’incontro con il bookfolding durante un giro in un mercatino.

book folding Maria Piera Pacione

E quando a essere riciclati sono i libri, patrimonio dal valore inestimabile, l’dea diventa vincente.

“Sono rimasta incantata davanti un libro lavorato con il bookfolding. Ho cercato, tramite i social, gruppi dedicati che potessero aiutarmi ad imparare questa forma d’arte. Volevo farlo anche io, avevo solo tanta passione a darmi la spinta”.

“È bellissimo dare nuova vita a qualcosa che magari giace impolverato in una soffitta e prezioso come può essere un libro, veicolo primario di cultura. Soprattutto in un momento come questo dove sembra che non si possa fare a meno della tecnologia per andare avanti, diamo ai libri una seconda possibilità, li facciamo diventare preziosi e elementi di arredo unici“.

book folding Maria Piera Pacione

“Per scelta evito di colorare le sculture perchè mi piace l’idea che del libro non venga toccata la sua natura, con delle copertine nude e semplici”.

Le tecniche base sono il mark and fold (segna e piega), cut and fold, (taglia e piega), combi (racchiude le prime due tecniche) shadow (effetto ombra)”.

book folding Maria Piera Pacione

“Sono sempre una parrucchiera e forbici e forbicine le so usare alla perfezione, mi diverto e prima della pandemia era anche un’occasione per girare. Il divertimento comincia nella ricerca del libro usato adatto, nei mercatini o in qualche negozio dell’usato. Poi corro a casa e comincio a creare”.

Ogni creazione quindi è un pezzo unico, nel progetto, nella forma, nella dimensione e soprattutto nel libro da cui è generata, un regalo originale e che dura nel tempo.

book folding Maria Piera Pacione

Alla fine quello che sembrava un gioco è diventato una specie di lavoro e oggi le sue opere d’arte, i suoi bookfolding sono sempre più richiesti. Maria Piera ha aperto una pagina Facebook, (PoemArt di Maria Piera), dove i suoi bookfolding sono in mostra.

C’è il libro che diventa una farfalla, quello che invece si presta a mutarsi in strumento musicale, oppure un orologio perfettamente funzionante e non mancano ritratti e omaggi a personaggi del passato come Alda Merini.

book folding Maria Piera Pacione

“Ho avuto un grande supporto da mio marito Mauro che oltre ad aiutarmi condivide questa passione. È stata una vera e propria terapia che mi ha aiutata durante i mesi di lockdown, mente e mani impegnate per non pensare e la casa a farci scudo dalla pandemia”.

“Spero di poter dare con la mia storia anche un po’ di coraggio e speranza in un momento così difficile. A volte basta poco per reinventarsi una nuova vita e andare avanti soprattutto adesso, quando trovare un lavoro è quasi impossibile per i giovani, e ancora di più per gli adulti”, conclude.

book folding Maria Piera Pacione