“Vaccino anti covid a pagamento e a domicilio”: occhio alle truffe

Truffatori senza scrupoli si sarebbero presentati a casa di alcuni anziani abruzzesi per chiedere soldi per il vaccino anti Covid. L'assessore Verì: Segnalate immediatamente alle forze dell'ordine

“Il vaccino contro il Covid 19 è completamente gratuito e non ci sono incaricati della Regione o delle Asl che si recano nelle case degli abruzzesi a chiedere denaro come ticket per la somministrazione”.

Lo puntualizza l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì, dopo numerose segnalazioni giunte da diverse zone del territorio abruzzese, in cui si riferisce di personaggi che si presenterebbero alle porte, soprattutto dei più anziani, chiedendo somme in denaro per assicurare la vaccinazione.

“Si tratta di truffatori senza scrupoli – continua l’assessore – che approfittano dei più indifesi per lucrare su un momento di oggettiva debolezza di molti, fiaccati da mesi di convivenza con il coronavirus. L’invito, da parte mia, è quello di segnalare immediatamente questi episodi alle forze dell’ordine, così da scongiurarne il ripetersi”.

Si moltiplicano le segnalazioni di truffatori in tutta Italia: da nord a sud, moltissimi gli episodi segnalati alle forze dell’ordine.

È successo nel torinese, sul territorio dell’Asl To5: l’azienda sanitaria locale attiva sui territori di Nichelino, Chieri, Moncalieri e Carmagnola ha riportato segnalazioni avute direttamente dai medici di famiglia, relative a telefonate che alcune persone di età avanzata avrebbero ricevuto da sedicenti operatori sanitari per l’effettuazione delle vaccinazioni a domicilio.“

Ma anche in Toscana, dove la Regione ha messo in guardia soprattutto gli anziani : sono stati posti in essere raggiri ai danni di persone anzianecontattate telefonicamente per un appuntamento di somministrazione di vaccino anti Covid presso la propria abitazione.