Furti e danni nelle case terremotate, 3 aquilani condannati

Furti nelle case popolari inagibili di San Gregorio, 3 aquilani condannati.

Tre aquilani sono stati condannati per furti compiuti nelle case abbandonate successivamente al sisma.

I tre, giudicati con rito abbreviato, avevano messo a segno nel 2018 dei furti nell’Aquilano, all’interno delle case popolari inagibili di San Gregorio, di proprietà del Comune dell’Aquila.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini dei Carabinieri di Paganica e Barisciano, per non essere scoperti, avevano messo anche dei materassi fuori dalle finestre per attutire il lancio di caldaie e termosifoni. Una volta caricata tutta la refurtiva su un furgone sono stati fermati dai Carabinieri, allertati da alcuni passanti che avevano notato un movimento sospetto.

Come riporta il Messaggero, i tre avevano sottratto dagli appartamenti 15 termosifoni e una caldaia, tutti oggetti di proprietà del Comune dell’Aquila.

Il giudice Tommaso Pistone li ha condannati alla pena di un anno e due mesi. Si tratta di Antonello Giuliani, Marco Ruscitti e Fabio Pilolli, assistiti dagli avvocati Antonello Carbonara, Francesco Valentini e Maurizio Cora.