Quantcast

Abruzzo fra zona gialla o arancione: verso il Nuovo Dpcm

Presto in vigore il Nuovo Dpcm che scadrà il 5 marzo. Attesa per conoscere la classificazione a fasce delle regioni: l'Abruzzo balla tra il giallo e l'arancione.

Abruzzo col fiato sospeso, in attesa della nuova classificazione a colori delle regioni. Tutto dipenderà dall’RT. Sarà zona arancione o gialla.

Il Nuovo Dpcm di gennaio sarà accompagnato dalla nuova classificazione delle regioni a zone. L’emergenza Covid è ancora un pericolo concreto e, mentre lo Stato di Emergenza è stato prorogato fino al 30 aprile, da domani entrerà in vigore un nuovo decreto che sancirà una nuova stretta, dopo i giorni di zona gialla.

Quasi tutta Italia sarà zona arancione, l’Abruzzo balla: “tutto dipenderà dall’Rt – spiega l’espero Riccardo Persio alla redazione del Capoluogo – se sarà considerato come parametro il valore medio l’Abruzzo sarà arancione, se, al contrario, sarà utilizzato il valore inferiore allora resteremo gialli”.

Il decreto resterà in vigore dal 16 gennaio al 5 marzo. Oltre all’Abruzzo, secondo gli indicatori stabiliti per la classificazione a colori, queste sono le regioni che potrebbero rientrare nel giallo: Basilicata, Campania, Sardegna, Toscana e Valle d’Aosta. Per il resto l’Italia sarà tutta arancione.

Il divieto di spostamento tra regioni, invece, comprese quelle gialle, sarà in vigore fino al 15 febbraio. Salvo ulteriori cambiamenti.

Ieri il vertice con le regioni, tra i principali nodi da sciogliere in merito alle nuove misure previste dal Decreto in arrivo, l’asporto per i bar non consentito oltre le 18. È stato il Ministro Boccia a confermare che l’obiettivo è evitare episodi di movida, soprattutto fuori dai locali, limitando, tuttavia, i divieti alle sole bevande e agli alcolici.

Abruzzo, gli indicatori: giallo o arancione?

Sulla nuova zonizzazione dell’Italia è utile considerare l’approfondimento dell’esperto Riccardo Persio, dottorando all’Università Kore di Enna.

 

dati regioni zone

Come si può cambiare colore?

Gli indicatori da tenere d’occhio sono tre:
INCIDENZA SETTIMANALE: se è superiore o inferiore ai 50 casi ogni 100mila residenti;
Rt. Se è inferiore a 1, tra 1 e 1,25 e superiore a 1,25;
RISCHIO EPIDEMICO: indicatore composito che viene valutato settimanalmente dall’ISS, può assumere tre livelli di rischio: Basso, Moderato, Alto;

Quando si diventa arancioni?

Si diventa arancioni in ogni caso se l’indice di rischio è classificato come “alto” o se l’Rt è superiore a 1. È da valutare se ci si riferisca al limite inferiore dell’indice Rt o al valor medio. Questo è molto importante per l’Abruzzo.

Quando si diventa rossi?

Si diventa rossi in ogni caso quando l’indice Rt diventa superiore a 1,25.

 

Ci sarà anche la possibilità di diventare zona bianca, ovviamente solo al di sotto di determinati numeri di contagio. Nell’analisi fornita, Persio precisa:

Si diventa bianchi, con tutte le riaperture di moltissime attività, se e soltanto se per tre settimane consecutive si hanno i valori di incidenza settimanale inferiore ai 50 casi ogni 100mila abitanti e se l’indice di rischio è classificato come “basso”.