Vaccino anti Covid a parenti e amici, la Asl: Rispettate le priorità

“Le dosi vengono somministrate in base alla rigorosa osservanza dei criteri indicati dalla Regione, senza alcuna eccezione”. Le precisazioni della Asl1 dell'Aquila.

L’AQUILA – “Le dosi vengono somministrate in base alla rigorosa osservanza dei criteri indicati dalla Regione, senza alcuna eccezione”. Le precisazioni della Asl1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila.

Dopo le segnalazioni riportate dal Capoluogo, sulle dosi di vaccino avanzate somministrate a persone vicine al personale sanitario, per evitarne lo spreco, arriva la nota stampa dell’Azienda Sanitaria.

La precisazione, per conto della Asl1, arriva da Domenico Pompei, direttore del dipartimento di prevenzione, Enrico Giansante, direttore del servizio di epidemiologia ed Eugenio Ciacco, direttore della Farmacia.

“La vaccinazione”, aggiunge la Direzione Asl, “ è stata effettuata finora agli operatori sanitari, nel rispetto delle priorità fissate, e da domani, venerdì 15 gennaio, secondo quanto già programmato, cominceranno le somministrazioni a beneficio degli ospiti della Rsa e delle strutture per anziani

“È quindi del tutto privo di fondamento, come dimostrato dalle verifiche condotte dai nostri servizi, quanto riportato nell’articolo, per di più in una fase molto delicata nella lotta al covid che vede tutto l’apparato della Asl, nelle sue diverse articolazioni, impegnato al massimo delle forze e senza pausa nell’inoculazione del vaccino”

“Dalla durissima guerra contro la pandemia”, concludono Pompei, Giansante e Ciacco, “si esce solo col contributo di tutti, sostenendo ogni giorno chi si prodiga per cercare di assistere e proteggere i cittadini dal virus, evitando inutili polemiche”.