Ubriaco semina il panico dentro un bar e aggredisce i poliziotti, arrestato

Attimi di panico ad Avezzano. 51enne ubriaco minaccia il proprietario di un bar che si rifiuta di servirgli altro alcol. Poi calci, pugni e sputi verso gli agenti della Polizia intervenuti.

AVEZZANO – Ubriaco minaccia il proprietario di un bar, che si era rifiutato di servirgli altre bevande alcoliche. Interviene la Polizia.

Attimi di panico oggi in tarda mattinata nella centralissima via Bagnoli quando un uomo di 51 anni, C.F. di Avezzano, in evidente stato d’ebbrezza, ha cominciato a inveire e minacciare il proprietario di un esercizio pubblico, che giustamente si era rifiutato di servirgli altre bevande alcoliche.

Interveniva una pattuglia della Polizia Locale di Avezzano in servizio di prevenzione e controllo del territorio, seguita poco dopo da una del Commissariato nel frattempo allertata. Gli agenti hanno tentato di riportare alla calma l’uomo e di ripristinare le condizioni di sicurezza dei luoghi, ma senza successo.

Il soggetto, infatti, ha iniziato dapprima a inveire furiosamente contro gli stessi agenti, per poi aggredirli con calci e pugni, e, una volta immobilizzato, anche con sputi al fine di colpirne il volto. Per questo è stato tratto in arresto e trasportato negli uffici di polizia per gli adempimenti del caso.

Lo stesso uomo, già colpito da pregiudizi di polizia, si trova attualmente agli arresti domiciliari su disposizione del magistrato, con l’accusa di violenza e minacce a pubblico ufficiale, oltraggio, lesioni e resistenza.