L’Aquila Capitale Italiana della Cultura 2022, tutto pronto per l’audizione al MIBACT

L'Aquila, è il tuo momento: nel pieno della settimana decisiva per la Candidatura a Capitale italiana della Cultura 2022, si svolgerà domani l’audizione del progetto, davanti alla Giuria MIBACT.

L’Aquila, è il tuo momento: nel pieno della settimana decisiva per la Candidatura a Capitale italiana della Cultura 2022, si svolgerà domani l’audizione del progetto, davanti alla Giuria MIBACT.

Si terrà domani, giovedì 14 gennaio, l’audizione finale dell’Aquila davanti alla Giuria che, il prossimo 18 gennaio, indicherà al ministro per i Beni e le Attività culturali, Dario Franceschini, la città più idonea a essere insignita quale Capitale italiana della cultura 2022.

L’audizione, nel rispetto delle normative per il contenimento del contagio da Covid-19, si terrà in videoconferenza e i rappresentanti del capoluogo d’Abruzzo saranno invitati a relazionare e a rispondere alle domande dei giurati – designati dal Mibact – intorno alle ore 14.30. Il ‘palcoscenico’ scelto dal Comune dell’Aquila per l’audizione è l’Auditorium del Parco che, per motivi legati alla pandemia, non sarà accessibile al pubblico; sarà comunque possibile seguire l’iniziativa in diretta streaming, a questo indirizzo.

La delegazione aquilana sarà guidata dal sindaco Pierluigi Biondi e dal direttore della candidatura, il professor Pier Luigi Sacco, ordinario di economia della cultura alla Iulm, che ha seguito il progetto fin dall’inizio. Sarà inoltre composta da:

Paola Protopapa, atleta paralimpica, medaglia d’oro alle paralimpiadi di Pechino 2008 e presente alla rassegna invernale dei cinque cerchi di Vancouver 2010, con lo sci di fondo, ed estiva di Londra 2012 con la vela. È stata anche Dama della Bolla nel corteo storico della Perdonanza 2018. Ha scelto di vivere a Tornimparte e parlerà proprio di questa decisione, rappresentando il territorio aquilano come luogo in cui si fondono ambiente e cultura e dunque idoneo all’inclusione.

Leonardo Bizzari, già danzatore e coreografo, ha lavorato per importanti coreografi di fama nazionale ed internazionale come Martino Muller, Daniel Ezralow, Luciano Cannito, Bryant Baldwin, Franco Miseria, Susanna Beltrami e ha partecipato ad importanti tournée in Italia e all’estero ed a numerosi spettacoli televisivi con grandi artisti registi e direttori artistici come Christian de Sica, Fiorello, PierFrancesco Pingitore, Giampiero Solari, Pippo Baudo, Stefano Vicario, Duccio Forzano. Domani parlerà dell’Aquila come centro di attrazione del capitale umano.

Flavia Massimo, violoncellista contemporanea e sound designer aquilana. Ha collaborato con il centro di ricerche musicali di Roma ed è direttore artistico di Paesaggi Sonori, festival di musica e paesaggio che trova la sua ambientazione in “teatri naturali” raggiunti attraverso un “cammino verso la bellezza”. È autrice di sonorizzazioni per mostre, audio-guide ed installazioni d’arte interattive in Italia e all’Estero. Relazionerà sull’Aquila come centro di creatività e di formazione.

Alessandro Crociata, ricercatore in Economia della Cultura presso il GSSI – Gran Sasso Science Institute dell’Aquila. Studia i nessi causali tra l’accumulazione di capitale culturale ed il comportamento pro-attivo degli individui. Si occupa di politiche culturali di rigenerazione urbana e di Industrie Culturali e Creative e sviluppo locale. Proprio su questi temi, calati nella realtà aquilana, terrà il suo intervento domani: L’Aquila come centro di nuove tecnologie.

Nel corso dell’audizione, sarà proiettato anche un intervento del sindaco di Fontecchio, Sabrina Ciancone, sul valore aggiunto del cratere sismico 2009 in fatto di prospettive culturali ma soprattutto come soggetto parte attiva della candidatura che è del territorio e non del solo capoluogo. Saranno inoltre condivisi anche materiali audiovisivi che stanno componendo la Human Library che nel corso degli ultimi mesi tutti hanno potuto “sfogliare” sui profili social di L’Aquila 2022.