Quantcast

Il 2020 di L’Aquila e Avezzano, le tappe di un anno segnato dal Covid 19

È stato l'anno del Covid19, delle difficoltà, degli incendi, di profondi dolori: ma anche della prima Perdonanza UNESCO a L'Aquila, della restituzione dei Portici alla città. Con la voglia di rimettersi in piedi, ancora una volta.

L’Abruzzo, L’Aquila e Avezzano attraverso le notizie e gli eventi più importanti del 2020, segnato dall’emergenza sanitaria Covid 19. È stato l’anno delle difficoltà, degli incendi, di profondi dolori: ma anche della prima Perdonanza UNESCO, della restituzione dei Portici alla città. Con la voglia di rimettersi in piedi, ancora una volta

Il 2020 è stato l’anno caratterizzato dall’emergenza sanitaria Covid 19, ma sono tanti gli eventi importanti che hanno caratterizzato l’ultimo anno in Abruzzo, in particolare nel capoluogo, L’Aquila e nel centro di Avezzano.

Ecco gli eventi principali nella rassegna del Capoluogo che racchiude le tappe principali di un 2020 in piena emergenza.

L’Aquila 2020, gli eventi di gennaio

Il 2020 si apre con una violenta rissa, la notte di Capodanno, a Ovindoli. Una lite per futili motivi tra due gruppi di giovani, finita con il ferimento di un 24enne. Da registrare anche il tragico incidente mortale per Sara Sforza, che ha perso la vita a soli 20 anni sulla Tiburtina Valeria, tra Cerchio e Celano.

Per le buone notizie, la missione umanitaria in Africa del professor Barone dell’UnivAq e lo spettacolo dell’eclissi lunare del 10 gennaio 2020. Niko Romito, intanto, viene nominato chef europeo dell’anno, mentre la Giunta comunale avvia le procedure per il riconoscimento dell’Aquila come Capitale italiana della cultura.

L’Aquila Capitale italiana della Cultura, la Giunta avvia il procedimento

A livello politico, al Comune dell’Aquila vanno in scena verifiche di metà mandato che fanno intravedere quello che poi accadrà nei mesi successivi nella maggioranza. Dopo qualche mese arriverà il noto strappo della Lega, una ferita ancora aperta in seno all’amministrazione cittadina. Anche la Giunta di Sulmona nel mese di gennaio deve fare i conti con una crisi di Giunta, con le dimissioni di 4 assessori. Avezzano scalda i motori per le amministrative.

Da registrare, inoltre, “l’incubo file” che attanaglia l’A14 e l’inizio della vertenza Framiva Metalli, con il fallimento, poi ricondotto a concordato preventivo, tuttora da risolvere.

A fine gennaio, inizia l’incubo Covid 19, con le procedure di sicurezza attivate anche in Abruzzo e le prime due persone in isolamento a Teramo. Il primo allarme si rivelerà per fortuna infondato.

Coronavirus, due persone in isolamento a Teramo

Febbraio 2020

Agli inizi di febbraio L’Aquila piange per la scomparsa dell’artista Beverly Pepper, che ha donato al capoluogo d’Abruzzo l’Amphisculpture del Parco del Sole. Intanto si organizza l’inagurazione del MAXXI a Palazzo Ardinghelli, inaugurazione che verrà sospesa “a tempo indeterminato” per l’emergenza Coronavirus. I primi casi sospetti si registrano sia a L’Aquila che in Abruzzo.  A fine mese si assisterà al primo “assalto ai supermercati”. Il primo caso ufficiale si registrerà a carico di un turista arrivato a Roseto degli Abruzzi. Il 29 febbraio si registrerà il primo caso anche a L’Aquila.

Coronavirus, primo caso confermato a L’Aquila

Per quanto concerne il settore lavoro, a tenere banco sono i contratti AMA e la vertenza C2C. Giovanni Legnini viene nominato Commissario alla ricostruzione per il Sisma del Centro Italia e lascia il Consiglio regionale. A L’Aquila intanto si avvia a conclusione il dibattito sulla ricostruzione del Ponte Belvedere, iniziano le ipotesi progettuali e il confronto tra amministrazione e cittadini. Avvicendamento in Questura, il dottor Orazio D’Anna lascia l’incarico. Il dottor Gennaro Capoluongo è il nuovo Questore.

Marzo 2020

L’emergenza Covid 19 dilaga, arrivano le prime chiusure e i primi Dpcm. L’incubo Coronavirus diventa realtà. In Abruzzo viene costituita l’Unità di Crisi e si organizza la didattica a distanza. Numerosi rientri dalle cosiddette zone rosse del Nord Italia. Isolamento volontario anche per il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, venuto a contatto con il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, poi risultato positivo al Covid 19.

Intanto arriva il decreto #iorestoacasa e scattano le misure più restrittive, tra cui l’autocertificazione per gli spostamenti. L’11 marzo l’OMS dichiara ufficialmente la pandemia, il 12 marzo chiudono anche i cantieri della ricostruzione. Spuntano i primi “arcobaleni” con la scritta #andràtuttobene, ma a L’Aquila c’è bisogno del G8 per rafforzare la Terapia intensiva. Ovunque mancano Dpi e macchinari. I cittadini imparano a fare i conti con il lockdown. In Val Fino, provincia di Teramo, la prima zona rossa d’Abruzzo.

Coronavirus, l’OMS: “É pandemia”

Aprile 2020

L’emergenza Coronavirus diventa crisi economica, scatta la corsa a ristori e rimborsi. In tilt il sito Inps per le domande dei 600 euro. La crisi inizia a colpire soprattutto i ristoratori.

Intanto la pandemia non frena lo spaccio. Si susseguono le operazioni antidroga delle forze dell’ordine in tutto il territorio. A L’Aquila un 50enne viene arrestato per aver ceduto un mix letale di eroina e psicofarmaci a una persona deceduta a seguito dell’assunzione dello stupefacente.  Sempre in ambito di cronaca, si registra una violenza sessuale ai danni di una donna aquilana, fermato l’aggressore.

Terremoto 2009, il Covid ferma anche le commemorazioni: niente fiaccolata e rappresentanza limitata alle cerimonie del 6 aprile. Anche Pasqua e Pasquetta all’insegna del lockdown.

Il Covid inizia a diffondersi anche nelle strutture sanitarie e nelle carceri abruzzesi. In Abruzzo si sperimenta la cura con il plasma dei pazienti guariti dal Covid 19. A L’Aquila si inizia a pensare ai tamponi preventivi per riaprire i cantieri.

In Regione Abruzzo passano le modifiche alle norme sui pascoli.

Maggio 2020

A maggio il Covid comincia a sembrare sotto controllo, la gente torna per le strade, riaprono cimiteri, torna il trasporto pubblico. Il bel tempo allontana la paura. L’Abruzzo entra nell’agognata Fase 2. Il 18 maggio riaprono anche palestre e parrucchieri, le messe si celebrano con i fedeli. Intanto sono ripartiti anche i cantieri e l’ordinanza sindacale sull’obbligo tamponi mostra la sua efficacia, individuando i primi positivi tra gli operai della ricostruzione. L’Abruzzo è tra le prime regioni per i download dell’app Immuni.

Covid, centro tamponi a Collemaggio per maestranze cantieri

A L’Aquila il 21 maggio l’ultimo paziente lascia il G8 Covid Hospital, ma si registra troppa disinvoltura nelle uscite. Riprende la movida, i parchi si riempiono di persone. Il personale sanitario invita alla prudenza e si teme già la seconda ondata in autunno.

Spettacolo nei cieli aquilani, tutti con il naso all’insù per le Frecce Tricolori che attraversano il capoluogo abruzzese il 26 maggio, nell’ambito delle celebrazioni per la Festa della Repubblica che, nell’anno del Covid, diventa itinerante.

Il 29 maggio l’Abruzzo festeggia la quota zero contagi Covid. Purtroppo non durerà molto. Già a giugno torneranno infatti i contagi, anche se poche unità al giorno.

Coronavirus, finalmente zero nuovi contagi per l’Abruzzo

Giugno 2020

Dal 3 giugno l’Abruzzo riapre i confini regionali. Si torna a respirare, anche se per pochi mesi. 

Sempre a giugno, viene ritrovata in Abruzzo la porta del Bataclan di Parigi, con il dipinto di Banksy, che era stata rubata. Brillante operazione della DDA dell’Aquila, con carabinieri e polizia francese. A L’Aquila maxi operazione antidroga della Squadra Mobile della Questura, eseguite 16 misure cautelari.

Da registrare, purtroppo, un incidente mortale sulla statale 17, all’altezza di San Gregorio. A perdere la vita è un ex consigliere comunale di Castelvecchio Calvisio, Nando Canale.

A fine giugno Lucia Arbace lascia la direzione del MuNDA.

Luglio 2020

Parco Sirente Velino, la Regione accelera sulla proposta di legge relativa a nuovo management e riperimetrazione, confronto nelle commissioni con sindaci e associazioni.

A L’Aquila deflagra la crisi comunale: il capogruppo della Lega, Francesco De Santis, attacca a testa bassa. Di lì a poco Biondi ritirerà le deleghe agli assessori leghisti. Intanto Alessandro Piccinini viene nominato presidente della Gran Sasso Acqua Spa.

Gran Sasso Acqua, le nuove sfide del presidente Alessandro Piccinini

Il 30 luglio divampa il primo grande incendio estivo. Fiamme ad Arischia. Un altro grande incendio a Cansatessa, entrambi si riveleranno dolosi.

Agosto 2020

Edizione anti Covid per la Perdonanza celestiniana 2020. È un successo. In tanti scoprono e riscoprono la città, bella e ospitale, così come i borghi circostanti, che riscuotono il tutto esaurito.

L’Aquila, ultimi ritocchi per la Perdonanza 2020: turisti, dialetti e mascherine

Nuovo format per il Corteo della Bolla, con i figuranti fermi e i visitatori in movimento. Eventi a numero limitato.

Perdonanza 2020, è il giorno del Corteo della Bolla: si apre la Porta Santa

A L’Aquila, comunque, arrivano molti turisti. Solo sul Gran Sasso a fine stagione si conteranno 200mila visitatori. Tante anche le operazioni di soccorso agli escursionisti in difficoltà.

Preoccupa un focolaio Covid 19 a Lucoli, fortunatamente tenuto sotto controllo grazie all’istituzione della zona rossa.

Settembre 2020

È il mese delle elezioni, che si terranno nelle giornate del 20 e 21. Molti i comuni al voto nella provincia dell’Aquila. Si vota anche per il referendum sul taglio dei parlamentari.

In attesa dell’inaugurazione ufficiale, che slitta ancora a causa del Covid 19, vengono presentati i restauri di Palazzo Ardinghelli, la sede aquilana del MAXXI. Boom di prenotazioni per le visite guidate organizzate per l’occasione.

Intanto il Consiglio regionale approva nuovo piano faunistico e venatorio.

Il 16 settembre perde la vita in un tragico incidente stradale l’ex consigliere regionale del M5S, Riccardo Mercante.

Abruzzo alla ribalta televisiva, Elisa Coclite, Casadilego, fa la sua prima apparizione ad XFactor. Alla fine sarà lei la vincitrice assoluta del talent.

Intanto aumentano i contagi Covid 19 e il 20 settembre riapre il G8 Covid Hospital.

Ad Avezzano Gianni Di Pangrazio torna sindaco, stavolta a capo di una coalizione civica. Tutti i risultati delle amministrative e il referendum costituzionale.

Speciale elezioni amministrative Abruzzo 2020: risultati, sindaci e ballottaggi

Ottobre 2020

I contagi Covid 19 risalgono e questa volta colpiscono i giovani. Salgono anche i ricoveri al San Salvatore dell’Aquila. La seconda ondata non risparmierà il capoluogo abruzzese, che si era salvato nella fase della prima ondata, la scorsa primavera.

Nonostante la pandemia, l’amministrazione comunale non si ferma e presenta il piano del Commercio

In Regione dopo le amministrative la Lega chiede la testa dell’assessore Febbo per la defezione a Chieti, dove non ha appoggiato il candidato leghista Fabrizio Di Stefano.

Via anche Fioretti, dentro D’Amario e Quaresimale.

A L’Aquila iniziano i lavori all’ex asilo occupato di viale Duca degli Abruzzi ma la notizia più bella è potersi tornare a fare una vasca sotto i Portici… 11 anni dopo.

Una vasca sotto i Portici, 11 anni dopo

Novembre 2020

L’Aquila dice addio a Gigi Proietti, aveva diretto il Tsa.

Addio Gigi Proietti: gigante del teatro, intensamente legato a L’Aquila

Covid 19, la seconda ondata entra nel vivo, iniziano le difficoltà nei tracciamenti e nel reperimento delle bombole di ossigeno vuote. Arriva il Dpcm con la divisione in fasce tra regioni. Si attivano i drive in per tamponi. Preoccupa la situazione nelle case di riposo.

Il 18 novembre scatta la zona rossa per l’Abruzzo.

Intanto parte lo screening in provincia dell’Aquile e scoppia il caso vaccini antinfluenzali: mancano le dosi.

Screening Covid 19, parte L’Aquila: le previsioni sulla provincia ai raggi x

Intanto, dopo la proroga del titolo di Capitale Italiana della Cultura anche nel 2021 per Parma, a causa dello stop forzato portato dal Covid 19 nel 2020; la candidatura dell’Aquila slitta al 2022: la città è tra le dieci finaliste per il titolo. 

Dicembre 2020

Caos ordinanze: il presidente Marco Marsilio “anticipa” la zona arancione per l’Abruzzo, ma il governo impugna l’ordinanza.

A L’Aquila nel giro di due giorni sulla ss17 in zona ovest avvengono due incidenti mortali: perdono la vita un giovane di 24 anni e una donna di 34.

A causa dell’emergenza Covid 19 saltano gli appuntamenti con l’Aperitivo della Vigilia e la Fiera dell’Epifania, che vanta una tradizione di oltre 70 anni.

Altra faccia della medaglia due importantissime iniziative che fanno guardare al futuro della città con ottimismo: a L’Aquila avrà sede la scuola nazionale di formazione dei Vigili del Fuoco e la Casa delle Tecnologie Emergenti.

Per il 2021 la speranza si chiama vaccino anti Covid. Il V-Day è il 27 dicembre per le prime vaccinazioni.

Abruzzo, è il vax day: a Teramo le prime 135 dosi di vaccino anti covid

Il 2021 sarà un anno, lo speriamo tutti, di serenità e normalità ritrovata. Dal 2 gennaio i vaccini verranno somministrati, nella asl 1, per primi agli operatori sanitari. Ma saranno soprattutto 12 mesi in compagnia del Capoluogo

L’Aquila protagonista del calendario 2021 de Il Capoluogo

Avezzano, le tappe del 2020

Gennaio 2020

Nella Marsica il 2020 si apre nel modo peggiore, con un incidente mortale sulla Tiburtina Valeria, tra Cerchio e Celano. Nello scontro frontale perde la vita Sara Sforza, di soli 23 anni. Era il 2 gennaio.

Molte le polemiche che seguirono per il mancato arresto di Jarrar Ayoub, finito in carcere solo il 7 gennaio. Il giovane, alla guida dell’auto che si è scontrata violentemente con la macchina di Sara Sforza, era al volante ubriaco e senza patente.

Morte Sara Sforza, Jarrar Ayoub era ubriaco e senza patente

Il 4 gennaio i funerali per dare l’ultimo saluto a Sara Sforza.

Febbraio 2020

Il mese di febbraio il mondo piomba nella minaccia Covid 19, che cessa di essere ‘una semplice influenza’, anche per la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità. Nella Marsica e ad Avezzano il Covid arriverà a marzo. Febbraio si segnala, soprattutto, per un’imponente operazione della Guardia di Finanza, che smantella un vero e proprio market di droga installato ormai da anni a San Pelino.

Cocaina pura arrivata direttamente dalla Colombia. Questa la merce che veniva fatta arrivare fino alla frazione avezzanese di San Pelino e che veniva venduta da una casetta di legno in via De Tiberis.

La droga veniva nascosta anche nelle parabole satellitari. L’indagine era partita nel settembre 2019 e si è conclusa a febbraio 2020, in tre distinte operazioni. 10 gli arresti in totale, 8 maghrebini e 2 italiani.

Cocaina pura dalla Colombia: così funzionava il market della droga di San Pelino

 

Marzo 2020

La tenda pre-triage montata all’esterno dell’Ospedale di Avezzano è il primo intervento per fronteggiare il Covid 19. L’Abruzzo trema dal 27 febbraio, quando il primo caso Covid viene registrato a Roseto degli Abruzzi. 

Il 5 marzo 2020 ad Avezzano viene allestita la tenda pre-triage, per fare da filtro per i pazienti che arriveranno accusando sintomi riconducibili al Coronavirus.

Il 9 marzo la situazione si complica: alla Asl1 viene accertata la positività di un medico in servizio al PPI di Pescina “Serafino Rinaldi” e in alcuni ambulatori dell’ospedale di Avezzano. Immediata la chiusura del presidio sanitario pescinese e quarantena per tutto il personale entrato in contatto con il medico.

Cominciano da qui le prime difficoltà dell’emergenza sanitaria, a partire dall’ospedale di Avezzano, che resta sguarnito di personale medico e infermieristico. Arrivano nuovi operatori sanitari proprio da Pescina e da Tagliacozzo, dove viene chiuso l’Umberto I proprio per spostare personale al San Filippo e Nicola.

Medici e infermieri tornano al lavoro il 24 marzo. La fine del primo incubo, mentre crescono i contagi soprattutto nella Marsica orientale e mentre in Italia è già scattato il primo lockdown nazionale.

Aprile 2020

Aprile 2020 non è il mese della Pietraquaria. Il Covid ferma anche la storica celebrazione religiosa che onora la Madonna protettrice di Avezzano. Niente focaracci, niente fiera. La città si illumina lo stesso, ma alla sola luce di lumi accesi da balconi e davanzali. Il primo balcone a brillare è quello del municipio in Piazza della Repubblica.

Il 27 aprile sono stati rimandati i festeggiamenti oramai tradizionali per la Santa Protettrice, ma non poteva essere rimandato l’appuntamento con la devozione religiosa, con i principali appuntamenti ecclesiastici.

Madonna di Pietraquaria, tornerà la fiaccolata: una lunga tradizione

Slittano anche le elezioni amministrative ad Avezzano. L’ufficialità arriva il 20 aprile. Avezzano resta commissariata fino all’autunno 2020. Nel giugno 2019 la caduta anticipata dell’amministrazione De Angelis e l’insediamento del Commissario Prefettizio Mauro Passerotti, che resta ancora qualche mese a Palazzo Città.

La decisione di posticipare le elezioni amministrative e regionali in Italia era già nell’aria, ma si concretizza proprio il 20 aprile. Avezzano andrà al voto il 20 settembre.

 

Maggio 2020

Inizia ufficialmente il 4 maggio la Fase 2, dopo il primo serrato lockdown. Riparte l’attività d’asporto di bar e ristoranti. E ripartono i cantieri.

Riaperture graduali anche per i parchi pubblici, in un primo momento restano chiusi i parchi giochi per i più piccoli. Riaperture a fasce orarie cadenzate, invece, per i cimiteri. Con accesso rigorosamente in mascherina e seguendo le regole del distanziamento.

Fase 2, Avezzano riparte: cimiteri a fasce orarie e nuovi mercati

Una fase 2 segnata anche da buone notizie per alcuni settori.

Dal lato sanitario all’ospedale di Avezzano vengono attivati 70 nuovi posti letto.

Intanto, dalle campagne del Fucino, gli imprenditori agricoli alle prese con la cronica mancanza di manodopera riescono a far valere le proprie ragioni e a superare l’ostacolo Covid. Tra fine maggio e inizio giugno rientrano in Italia 474 lavoratori agricoli, richiesti dalle aziende fucensi.

Fucino, carenza cronica di manodopera: mancano 3500 lavoratori

Per la città di Avezzano, tuttavia, si apre un’altra parentesi negativa. Il rischio chiusura dello storico Istituto Sacro Cuore, scuola paritaria cittadina. Dalla scuola si leva la protesta.

 

Giugno 2020

Giugno è il mese in cui i partiti politici svelano le proprie carte. Il centrodestra lancia la candidatura di Tiziano Genovesi, con Matteo Salvini. Il leader della Lega è arrivato in Abruzzo, precisamente a L’Aquila, l’8 giugno. Da lì ha esplicitato le intenzioni della Lega di puntare sia su Chieti che su Avezzano.

Ed è Tiziano Genovesi il nome forte ma giovane sul quale punterà la Lega. Forte soprattutto dell’investitura del numero 1 del Carroccio, che tornerà presto ad Avezzano, a sostegno delle forze dell’ordine.

Anche i fatti di cronaca che incendiano Avezzano nel mese di giugno contribuiscono a dare una spinta decisiva alle strategie messe in campo dalle forze politiche in vista del voto di settembre. In pochi giorni, infatti, in città si assiste a due aggressioni a danno delle forze dell’ordine. Il 15 giugno la prima: un poliziotto in borghese viene aggredito mentre tenta di sventare il furto di un cellulare nel cortile di un’abitazione.

Solo tre giorni dopo una nuova aggressione in città, questa volta ai danni di un Carabiniere, intervenuto per calmare un passante che inveiva contro i cittadini lungo via Trieste. Un violento pugno al volto che è costato al militare la rottura del setto nasale.

Vita da Carabiniere, 6 euro per un turno di 6 ore

Salvini torna in città e protesta contro l’emergenza sicurezza ad Avezzano e non solo,nell’occasione del rilancio della candidatura di Tiziano Genovesi a sindaco di Avezzano per il centrodestra unito. Poi non sarà così.

Intanto anche il centrosinistra esprime la sua candidatura. Il nome per la corsa alla carica di primo cittadino è quello dell’avvocato Roberto Verdecchia, ex assessore comunale al fianco di Di Pangrazio e consigliere d’opposizione durante la giunta De Angelis.

“Una candidatura unanime, espressa dal centrosinistra, mentre il centrodestra continua a litigare”. Aveva riferito Francesco Piacente, segretario provinciale del Pd, alla nostra redazione. Già a inizio luglio, però, il dietrofront. Scaricato Verdecchia il centrosinistra, a guida Pd, punta tutto sulla coalizione civica proposta da Mario Babbo. Il Capoluogo lo aveva anticipato in tempi non sospetti.

Luglio 2020

Luglio è in assoluto il mese delle svolte politiche per Avezzano.

Nell’ordine Forza Italia rompe gli equilibri interni alla coalizione di centrodestra nascente, rivendicando il proprio diritto ad avere un proprio candidato sindaco di partito, anche per continuità rispetto alla precedente legislazione a guida De Angelis, conclusasi anticipatamente. La candidata giusta per FI è Anna Maria Taccone, già presidente Aciam.

Il 9 luglio è il giorno in cui scende in campo, di nuovo, Giovanni Di Pangrazio. L’ex sindaco annuncia la volontà di ricandidarsi, con una grande squadra civica per “far vincere Avezzano”.

Elezioni Avezzano 2020, il ritorno in campo di Gianni Di Pangrazio

Bufera anche in casa Pd. Roberto Verdecchia, dopo giorni di silenzio e malumori malcelati, rompe gli indugi e divorzia dal Partito Democratico, ‘prima’ di essere ufficialmente scaricato. Il Pd stava già da tempo virando su Mario Babbo, promotore da febbraio 2020 di un progetto civico che aveva iniziato da tempo a colorarsi di centrosinistra.

Il dissidente Verdecchia aderirà presto al progetto di Di Pangrazio.

 

Agosto 2020

Ad agosto si completa lo scacchiere politico in vista delle elezioni amministrative 2020. Il movimento 5 Stelle non ci sarà. Una decisione che in molti si aspettavano dai pentastellati.

Il 6 agosto ad Avezzano torna Matteo Salvini, per sostenere la candidatura a sindaco della città di Tiziano Genovesi.

Matteo Salvini ad Avezzano con Genovesi: “Il Centrodestra vince, chi resta fuori no”

In città, intanto, l’arrivo di 25 migranti da Lampedusa in una struttura di Paterno, torna a far discutere sulla questione sicurezza, soprattutto in correlazione alla situazione epidemiologica da Covid 19.

Reazioni accese da parte dell’intero mondo politico.

Avezzano, i migranti di Paterno trasferiti in altra struttura

 

Settembre e Ottobre 2020

Le elezioni del 20 settembre sanciscono il ballottaggio tra i candidati Giovanni Di Pangrazio e Tiziano Genovesi, rispettivamente civico e del centrodestra, in quota Lega. Genovesi approda al ballottaggio dopo un testa a testa all’ultimo respiro con Mario Babbo.

Avezzano, sarà sfida a due: Giovanni Di Pangrazio vs Tiziano Genovesi

Il 4 ottobre il ballottaggio tra i due candidati. Il nuovo sindaco di Avezzano è Giovanni Di Pangrazio, che con 8 liste sfiora il 59% delle preferenze, superando la soglia dei 10mila voti ottenuti.

Avezzano, Di Pangrazio sindaco bis: La città non mi ha mai dimenticato

La nuova amministrazione di Avezzano si ritrova fin da subito a fare i conti con l’emergenza sanitaria. Ospedale in ginocchio ad Avezzano in piena seconda ondata. A far precipitare la situazione è il focolaio scoppiato all’interno della Rsa Don Orione.

 

Novembre 2020

Novembre è il mese nero per l’ospedale di Avezzano, dopo le due morti avvenute, a fine ottobre, fuori dalle pareti del nosocomio avezzanese, il presidio San Filippo e Nicola finisce sulle pagine di cronaca nazionali.

L’ospedale di Avezzano è al collasso e, agli inizi di novembre, continua a viaggiare a una media di oltre 20 pazienti in attesa di un posto per essere ricoverati.

Avezzano, il Covid manda in tilt l’ospedale: in 20 attendono il ricovero

Intanto il 9 novembre partono i lavori per una tensostruttura all’esterno dell’ospedale, per ospitare i pazienti e alleggerire il carico del pronto soccorso avezzanese.

Mentre si attende una risposta dalla Asl1 per un Covid Hotel in una delle strutture comunali – anche fuori dal perimetro del Comune – l’Ospedale finisce in prima tv in un servizio delle Iene, per le condizioni in cui sono stati lasciati alcuni pazienti, costretti a urinare in alcuni bidoni.

Nell’occasione Il Capoluogo aveva intervistato in esclusiva l’assessore alle Politiche Sanitarie e all’Emergenza Covid, Maria Teresa Colizza.

Ospedale Avezzano in Tv, il giorno dopo

 

Dicembre 2020

Dicembre è il mese dello screening di massa in provincia dell’Aquila. La campagna ad Avezzano non riscuote grande partecipazione, nonostante il prolungamento delle date in cui era stato inizialmente previsto lo screening.

Screening Covid 19 Avezzano, con 9500 tamponi “dati sotto le aspettative”: altri due giorni di test

Il 2021 sarà un anno, lo speriamo tutti, di serenità e normalità ritrovata. Dal 2 gennaio i vaccini verranno somministrati, nella asl 1, per primi agli operatori sanitari. Ma saranno soprattutto 12 mesi in compagnia del Capoluogo

L’Aquila protagonista del calendario 2021 de Il Capoluogo