Viale Ovidio, entro giugno il progetto per la riapertura

Bandi per le opere prioritarie, 258mila euro dal Mit per i progetti dell'Aquila. Ventimila euro per la riapertura di viale Ovidio, l'obiettivo è avere il progetto entro giugno 2021.

Bandi per le opere prioritarie, 258mila euro dal Mit per i progetti dell’Aquila. Ventimila euro per la riapertura di viale Ovidio, l’obiettivo è avere il progetto entro giugno 2021.

Dopo la progettazione della funivia tra la stazione ferroviaria e il polo universitario di Roio, il Comune dell’Aquila è riuscito a farsi finanziare dal MIT anche la progettazione di diversi interventi che interessano il territorio aquilano, a partire dall’importante riapertura di viale Ovidio, fino alla Fontana Luminosa.

“Un progetto – ha spiegato a IlCapoluogo.it l’assessore Carla Mannetti – connesso con quello del ponte Belvedere, che verrà ricostruito”. Il finanziamento, per 19.122,72 euro, è stato accordato dal MIT nell’ambito dei bandi per le opere prioritarie inserite nel PUMS. “Nel luglio scorso – spiega l’assessore Mannetti – abbiamo risposto al bando che ci hanno finanziato. Puntiamo ad avere la progettazione entro giugno prossimo, così da poter poi partire con i lavori, secondo i tempi tecnici necessari”. Essendo fondi sotto soglia, si potrà procedere con affidamento diretto, attingendo dagli elenchi dei professionisti a disposizione del Comune.

Per quanto riguarda la parte restante dei 258mila euro previsti dal decreto del MIT, 100mila 362 euro sono stati assegnati per il collegamento tra la statale 80 e la statale 17 con annesso percorso ciclabile all’altezza dell’aeroporto di Preturo, 38mila 825 euro per la riqualificazione della traversa sulla statale 80 a Preturo (via Amiternina) e di via Aringo, 12mila 941 per il terminal di interscambio alla stazione di Sassa Scalo, 16mila 748 per il terminal di interscambio alla stazione di Paganica e 70mila euro per la strada di collegamento tra Aragno e Assergi.