Quantcast

L’Aquila Capitale Italiana della Cultura 2022, Vespa e Molinari: la città è pronta

L'Aquila Capitale Italiana della Cultura 2022, la città è pronta: Bruno Vespa e Simona Molinari testimonial della candidatura dell'Aquila. "Ci sono fame di cultura, talento e senso del sacrificio".

L’Aquila, il cammino per la candidatura a Capitale Italiana della Cultura 2022. Una campagna promossa dai personaggi aquilani che si sono affermati a livello nazionale, ben oltre i confini cittadini.

Bruno Vespa e Simona Molinari sono scesi in campo per lanciare un messaggio chiaro, a sostegno della candidatura dell’Aquila al titolo di Capitale Italiana della Cultura 2022.

“Non si è riusciti a candidarsi a Capitale Europea della Cultura nell’anno del decennale, adesso è il momento. L’Aquila, nella forza della sua rinascita, ha tutti i titoli per diventare Capitale Italiana della Cultura. Gli aquilani hanno tra i tassi più alti di consumo di Musica Classica al mondo, questo grazie anche al suo glorioso Teatro Stabile. Senza dimenticare i monumenti che rendono il suo centro storico tra i più belli di tutta Italia“.

Al giornalista Bruno Vespa, fa eco la cantante Simona Molinari, che recentemente, in occasione di Luce d’Artisti, ha allietato l’atmosfera cittadina regalando un concerto in streaming alla popolazione aquilana. Questo il messaggio lanciato da Simona Molinari:

“Ho un ricordo bellissimo dell’Aquila, da tutti i punti di vista. A L’Aquila mi sono formata, ho incontrato le persone e i maestri giusti. In città ho imparato disciplina, impegno e dignità, caratteristiche sicuramente abruzzesi, che porto sempre con me. L’Aquila è una città piena di cultura e di ragazzi affamati di cultura. I giovani devono credere in se stessi, oggi più che mai il talento è fine a se stesso se è senza un’idea alla base. Ogni volta che torno a L’Aquila vedo questi giovani e questi talenti che si danno da fare. Idee e doti non mancano in città: l’Abruzzo in generale ha solo bisogno di farsi notare. Qui, poi, c’è qualcosa in più oltre al talento: è il senso del sacrificio“.