Quantcast

Confindustria L’Aquila, assemblea generale: Podda ricandidato alla presidenza

Riccardo Podda, già presidente di Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, è stato designato candidato alla presidenza dell'associazione anche per il biennio 2021-2023.

Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno, Riccardo Podda candidato alla presidenza per il prossimo biennio. A gennaio la rielezione nel corso dell’assemblea generale.

Riccardo Podda, 57 anni, responsabile Employee relations Italy di Thales Alenia Space Italia spa, già presidente di Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno è stato designato candidato alla presidenza dell’associazione, per il biennio 2021-2023. La candidatura di Podda, al suo secondo mandato, è stata votata all’unanimità dal Consiglio generale di Confindustria L’Aquila, che si è riunito in via telematica. L’elezione ufficiale del presidente avverrà nel corso dell’assemblea dei soci, in programma nel mese di gennaio 2021. “Essere confindustriali oggi – ha dichiarato Podda nel suo discorso in consiglio, – significa diventare a tutti gli effetti portatori di un insieme di valori legati alla capacità d’impresa dei singoli aderenti. Significa, inoltre, aderire al ricco “sistema etico-valoriale” presente nel reticolo associativo, che si realizza nel modus operandi dei singoli associati, sia nell’alveo con confindustriale che nelle relazioni con il mondo esterno. Tutti gli associati, quindi, indossano un abito il cui tessuto diviene un filtro positivo che ne qualifica e identifica i soggetti. È questa”, ha spiegato Podda, “la mia visione della realtà associativa. Il mio compito è e sarà quello di esser il custode di queste indicazioni, che vigilerò siano rispettate ed attuate da tutti noi. Confindustria L’Aquila ha riaffermato il ruolo di corpo intermedio con un’assidua interlocuzione con i naturali riferimenti istituzionali: azione prioritaria che va assolutamente consolidata nel prossimo biennio”.

Tra i punti- cardine del programma di mandato il tema delle infrastrutture e delle aree interne, reti Ten-T, corridoio Tirreno-Adriatico e velocizzazione della tratta ferroviaria Roma-Avezzano-Sulmona- Pescara, il credito con la stimolazione della crescita dimensionale delle imprese associate, innovazione e cambiamento tecnologico, salute, capitale umano e formazione e il tema della sostenibilità. “È necessario aumentare il contenuto di tecnologia e innovazione, ricerca e sviluppo, delle nostre imprese. Condizione essenziale per sedimentare la nostra presenza industriale nella competizione oramai mondiale”, ha detto Podda, “solo investendo e innovando continuamente potremo arrestare e invertire i processi di deindustrializzazione. Serve concretezza per rendere accessibili i percorsi di cambiamento tecnologico delle imprese. Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno dovrà consolidare la propria azione di affiancamento agli associati con il supporto fondamentale del Digital Innovation Hub Abruzzese, Match 4.0, offrendo numerosi esempi di “best practices” e favorendo le occasioni di confronto e di scambio fra le aziende, soprattutto fertilizzando il rapporto tra la grande impresa, la media e la piccola”. Quanto alla filiera della salute Podda ha evidenziato come “il prossimo biennio sarà permeato da un’ ulteriore valorizzazione dell’importante patrimonio di conoscenze presente nel settore farmaceutico e chimico che, in sinergia con l’Università dell’Aquila connota il territorio come fondamentale Hub di ricerca ed export. La forte presenza manifatturiera e di ricerca di questo settore”, ha concluso, “rappresenta una grande opportunità per le aziende del territorio, poiché in grado di essere motore attivo di efficienza per gli altri comparti industriali”.