Quantcast

Consiglio comunale, bando CASE e MAP per separati e divorziati

L'AQUILA - Dal Consiglio comunale il via libera alla mozione per il bando CASE e MAP per separati e divorziati.

L’AQUILA – Dal Consiglio comunale il via libera alla mozione per il bando CASE e MAP per separati e divorziati.

Il Consiglio comunale dell’Aquila, riunitosi stamani in videoconferenza, ha approvato una mozione del consigliere Vito Colonna (Fdi) con la quale vengono impegnati il sindaco e la giunta affinché venga predisposto un bando finalizzato ad assegnare alloggi Case e Map a persone separate o divorziate, o che abbiamo convissuto ‘more uxorio’, che abbiano in affidamento congiunto o esclusivo almeno un figlio. In base alla mozione, gli interessati dovranno avere la residenza nel comune dell’Aquila o in uno di quelli vicini, appartenenti alla cosiddetta ‘fascia di mobilità’. Inoltre, con il documento viene chiesto che nei bandi in questione vengano inseriti altri requisiti, tra cui l’attività lavorativa e la residenza dei figli in affidamento nel territorio comunale dell’Aquila o in quelli della fascia di mobilità.

Approvata dall’Aula anche la mozione del consigliere Roberto Junior Silveri, con la quale si chiede l’impegno del sindaco e dell’amministrazione comunale per esprimere solidarietà alle famiglie dei pescatori italiani che da due mesi sono sotto sequestro in Libia e per sollecitare il governo e le autorità preposte a mettere in atto azioni che portino alla liberazione dei pescatori in questione.

Via libera anche alla mozione proposta dal consigliere Stefano Palumbo (Pd), che impegna il sindaco e l’amministrazione comunale a esprimere solidarietà, sostegno e vicinanza alla famiglia di Patrick George Zaky e alle Università di Bologna e Granada e ad unirsi alla richiesta, già rivolta da altri consigli comunali al Governo Italiano, affinché ci si attivi in tutte le sedi istituzionali possibili per ottenere il rilascio del 27enne ricercatore dell’ateneo del capoluogo emiliano e attivista, arrestato a febbraio scorso e tuttora detenuto in Egitto.

È stato invece respinto l’ordine del giorno del consigliere Paolo Romano (Iv) che prevedeva l’affidamento della manutenzione dei parchi e giardini della città, in particolare di Parco del Sole e di Parco del Castello alla società partecipata Asm.