Quantcast

Niente Fiera di Santo Stefano ad Avezzano, il Covid cancella una tradizione di 30 anni

Avezzano, niente Fiera di Santo Stefano il 26 dicembre, come da disposizioni vigenti. Trent'anni di tradizione bruscamente interrotti dall'epidemia Covid 19.

La Fiera di Santo Stefano ad Avezzano non ci sarà. Come da Decreto e nel rispetto del delicato momento sanitario. Sarà un 26 dicembre diverso per la città e per tutto il territorio marsicano, che accorreva felice di fare un giro tra i banchi e gli stand allestiti, in un centro città ancora vestito a festa.

“Giusto mettere prima la salute”, ha spiegato l’assessore Pierluigi Di Stefano alla redazione del Capoluogo. ‘Colpa’ del Covid 19, ovviamente.

Nelle disposizioni contenute nel Decreto Natale si fa riferimento al “divieto di organizzare qualsiasi evento fieristico“. Allora anche l’Abruzzo si adegua. Ed è soprattutto la provincia dell’Aquila a dire addio – solo per quest’anno – ai suoi eventi più amati. Salta la Fiera dell’Epifania, dopo 73 anni, e salta la Fiera di Santo Stefano.

“Una consuetudine che accompagnava la giornata del 26 dicembre, per avezzanesi e non, dagli anni ’90”, spiegano Giovanni Cioni (Confcommercio) e Alberto Capretti (FIVAConfocmmercio).

“L’indirizzo politico era, fin dal principio, quello di non organizzare la Fiera, perché ci sarebbe stata una presenza massiccia di persone tra i banchi, così come nella stessa sede Suap, anche solo per scegliere gli stalli. In una situazione come questa – spiega l’assessore Di Stefano – abbiamo fin da subito valutato con attenzione la decisione, prima che arrivassero gli stop ufficiali dal Governo. Abbiamo convenuto che fosse fondamentale dare priorità e assoluta centralità al diritto alla salute di tutti e alla sua tutela. Considerando anche le condizioni di difficoltà del nostro nosocomio”.

Covid 19 Avezzano, “Marsica come la Lombardia: affondata la sanità pubblica”

La Fiera di Santo Stefano, del resto, raduna ogni anno moltissimi visitatori.

Tanti dei quali provenienti nei Comuni vicini ad Avezzano e diverse persone anche da fuori regione. Non sarebbe stato facile – pur nell’eventualità di disposizioni diverse previste dal Decreto – organizzare la manifestazione nelle condizioni di sicurezza richieste dalla misure anti-Covid. Con oltre 150 banchi si tratta dell’evento fieristico più importante per la città, che ricade nel giorno di Santo Stefano, arricchendo il programma di eventi natalizi che ogni anno accompagna le festività cittadine.

Arrivederci al prossimo anno, allora. Quando il Covid, si spera, sarà un bruttissimo ricordo e il Natale ad Avezzano e in Abruzzo tornerà ad avere anche le sue fiere storiche.