Cashback, 150 euro per le spese di Natale: come avere il rimborso

Rimborso fino a 150 euro sulle spese di Natale. Come funziona il cashback previsto dall'ultimo Dpcm e come si ottengono i rimborsi.

Cashback di Natale, nel nuovo Dpcm previsto il rimborso fino a 150 euro per le spese effettuate a dicembre con carte o app.

Dall’8 dicembre e per tutto il mese, è previsto un rimborso fino a 150 euro per le spese di qualsiasi genere effettuate tramite carte di credito, bancomat o app. È quanto prevede il nuovo Dpcm in vigore dal 4 dicembre al 15 gennaio. “La misura – ha spiegato il premie Giuseppe Conte in conferenza stampa – non è valida per gli acquisti online. È un periodo in cui tutti abbiamo contribuito a incrementare gli acquisti online, adesso dobbiamo favorire gli esercizi commerciali”. Escluse anche spese relative alla propria attività lavorativa, le operazione effettuate agli sportelli ATM, come ad esemprio le ricariche telefoniche, i bonifici SDD per addebiti diretti sul conto corrente e i pagamenti ricorrenti con addebito su carta o su conto corrente”.

Cashback di Natale, come funziona.

Come spiega Money.it, il cosiddetto extra cashback di Natale è un rimborso del 10%, fino ad un massimo di 150 euro, per le spese effettuate dall’8 al 31 dicembre, con carta di credito, prepagata, bancomat, bonifico o app di pagamento. Il bonus prevede un rimborso che avverrà direttamente sul conto corrente del cittadino che effettuerà qualsiasi tipo di spesa attraverso metodi di pagamento tracciabili durante il mese di dicembre. Per partecipare all’iniziativa bisogna essere maggiorenni residenti in Italia, scaricare e registrarsi all’App IO della Pubblica Amministrazione e fare almeno 10 acquisti con carte, bancomat o app di pagamento.

Come partecipare al cashback di Natale.

Per pertecipare al cashback di Natale bisogna essere dotati dello SPID, in alternativa potrà essere utilizzata la Carta di Identità Elettronica (CIE 3.0) abbinata al PIN ricevuto al momento del rilascio. A questo punto si dovrà scaricare l’App IO ed effettuare l’accesso attraverso le credenziali SPID o con la CIE abbinata al PIN. Durante la registrazione verranno richiesti anche gli estremi di una o più carte di credito, carte di debito, PagoBancomat oppure di attivare il cashback sull’account Satispay. Infine sarà richiesto il codice IBAN del conto sul quale si intende ricevere il rimborso, che avverrà direttamente con un bonifico nei primi mesi del 2021. Questo potrà essere aggiunto anche in seguito a patto che venga rispettata la scadenza fissata per la fine di dicembre 2020. A questo punto, una volta effettuatati i 10 acquisti, entro il 31 dicembre e tramite pagamenti digitali, si potrà richiedere il rimborso del 10%, che avverrà direttamente sul proprio conto corrente.