Salma sbagliata, funerale da rifare

Funerale da rifare perché, dentro alla bara, c'era la salma di un'altra persona. È successo a Pratola Peligna.

Funerale da rifare perché, nella bara, c’era la salma di un’altra persona.

Ha dell’incredibile quanto successo ieri a Pratola Peligna. Uno scambio di salma del quale ci si è accorti a funerale avvenuto, quando si stava per procedere alla tumulazione.

Sono stati i Carabinieri a fermare la tumulazione della salma al cimitero: come riportano Il Germe e Il Messaggero, dentro alla bara non c’era il corpo di Aldo Di Simone, il 60enne che era rimasto infetto nel reparto di Cardiologia di Sulmona dopo essere entrato con tampone negativo. Ma c’era quella di un’altra persona, deceduta all’ospedale di Pescara dove lo stesso Di Simone è morto mercoledì scorso e dove sembra si sia consumato lo scambio di salma al momento della chiusura della cassa.

Trattandosi di persone decedute per Covid19, le salme non possono infatti essere esposte e vengono consegnate ai parenti per il funerale direttamente nelle bare chiuse.

Il funerale di Aldo Di Simone sarà ripetuto oggi alle ore 16 nel Santuario della Madonna della Libera.