Rapina a mano armata alle Poste, bottino da 300mila euro

Rapina con pistole all'ufficio postale, direttore e dipendenti legati con fascette da elettricista.

Rapina con pistole alle Poste di Pescara, direttore e dipendenti legati con fascette da elettricista. Bottino 300mila euro.

Rapina alle Poste di via Monte Faito, a Pescara. In azione, attorno alle 13.30, due uomini con il volto coperto e armati di pistola. I malviventi hanno legato il personale dell’ufficio con delle fascette da elettricista, minacciando i dipendenti, hanno preso i soldi presenti nella cassaforte. Poi si sono dati alla fuga con il bottino che, secondo una prima stima non ancora ufficiale, potrebbe ammontare a 300mila euro.

Al momento del colpo, nella filiale c’erano il direttore, tre dipendenti e un’addetta alle pulizie. I primi quattro sono finiti in ospedale per accertamenti. È stato proprio il direttore, dopo la fuga dei malviventi, a riuscire a liberarsi e a lanciare l’allarme.

Sul posto sono arrivati il 118 e la Polizia, con squadra Volante, Mobile e Scientifica.