Quantcast

Dad, missione impossibile a Balsorano e San Vincenzo: intanto i bambini risultano assenti

Dad e aree interne, così non va. "Forse sono io la madre della bimba cresciuta con latte al plutonio: mia figlia vuole andare a scuola. Con una connessione fantasma, però, perché alla prima difficoltà i nostri figli risultano assenti?"

SAN VINCENZO VALLE ROVETO – Scuola dell’obbligo sì, ma è tutto più difficile nelle aree interne, quando una chiusura temporanea si trasforma in una Dad impossibile a causa dei capricci della connessione internet. Lo sfogo dei genitori: “Impossibile connetterci sulla piattaforma indicata e i nostri figli risultano assenti. Mesi per organizzare la scuola e ora ci ritroviamo soli con le nostre difficoltà”.

Didattica a distanza questa sconosciuta. Alla redazione del Capoluogo sono arrivate numerose segnalazioni di genitori costretti a vedere, giorno dopo giorno, lievitare il numero delle assenze a lezione dei propri figli. Succede all’Istituto Comprensivo di Balsorano e San vincenzo Valle Roveto, con molte famiglie in difficoltà, residenti nelle frazioni di Ridotti (Balsorano) a Castronovo e San Giovanni (San Vincenzo Valle Roveto).

Le segnalazioni arrivano dai genitori delle classi della scuola primaria, chiusa temporaneamente a causa di alcuni casi Covid 19 interni all’Istituto comprensivo.

 

Mia figlia piange ogni giorno – lamenta una madre – perché non riusciamo a connetterci sulla piattaforma richiesta, non supportata da alcun dispositivo. Non so se, per citare le parole del Presidente De Luca, è stata colpa del latte al plutonio. Telefonino, tablet, notebook, non riusciamo a connetterci sulla piattaforma da nessun dispositivo. Intanto le lezioni vanno avanti, mia figlia risulta assente, fa regolarmente i compiti assegnati e, per riferirlo agli insegnanti, dobbiamo passare i lavori svolti alla rappresentante dei genitori. Abbiamo fatto richiesta di un nuovo tablet – che ci spetta per legge – ci è stato risposto che la nostra richiesta poteva essere accolta ma non soddisfatta, poiché, in questo momento, non ci sono tablet a disposizione. È normale tutto questo?”.

“Mio figlio – ci racconta un altro genitore – nella giornata di ieri, ha potuto seguire la lezione di inglese, ma non quella di matematica, a causa della difficoltà di connettersi alla piattaforma. Così, da registro di classe, risulta assente a quella lezione. Per fortuna che si tratta di scuola dell’obbligo! Se si continua così, la Dad non sarà uguale per tutti e questo non è giusto per i nostri ragazzi”.

Difficoltà non nuove nelle aree interne, alle prese con coperture internet spesso a singhiozzi, che stanno ostacolando diversi alunni dell’IC di Balsorano. La redazione del Capoluogo ha provato a contattare il dirigente scolastico Piergiorgio Basile, ma non è stato possibile avere informazioni sulla situazione di problematicità riscontrata in Valle Roveto.

Abbiamo contattato l’amministrazione comunale di San Vincenzo Valle Roveto, che ci ha riferito: “Nel nostro territorio comunale la situazione non è complicata. Sono le frazioni ad avere le maggiori criticità. Si fa presto a proclamare e invocare chiusure, però poi le aree interne si ritrovano senza alcuna garanzia nei servizi, nemmeno in quelli d’emergenza come può considerarsi la dad. Sono molte le linee internet che non hanno necessaria copertura nelle frazioni del territorio, questo fa sì che gli studenti e le loro famiglia si ritrovino in difficoltà”.