Aria d’inverno, arriva la neve nell’Aquilano

Aria di neve nell'Aquilano: tempo di camini accesi, di vino rosso e castagne. "Tra le tante cose fatte di materiali semplici c’è la neve: la neve è fatta d’anima".

L’aria comincia a profumare d’inverno, portando con sé la prima neve nell’Aquilano.

Crollano le temperature e quota neve, queste le previsioni per oggi, venerdì 20 novembre.

meteo 20 novembre

Aria di neve e la clausura forzata e necessaria data dall’emergenza Covid 19, ispira sicuramente riti e consuetudini care a chi, come gli aquilani, è abituato al freddo invernale.

È ora del fuoco acceso, di un buon bicchiere di vino rosso robusto, di polenta e salsiccia, di lenzuola di fustagno, quelle che le nonne conservavano nei cassetti profumati di lavanda.

E non si può che abbracciare una frase di Erri De Luca: “La neve e il suo magnifico silenzio. Non ce n’è un altro che valga il nome di silenzio, oltre quello della neve sul tetto e sulla terra”.

La quota neve sarà in crollo dagli iniziali 2000 metri fin verso i 900 metri della serata, quando però le precipitazioni si faranno più deboli ed isolate.

Gli accumuli nevosi potranno risultare anche moderati sul Gran Sasso, specie sui versanti esposti ad est, si legge sulla pagina Facebook di Meteo aquilano.
La giornata – come riporta Meteo Aquilano – trascorrerà con cielo irregolarmente nuvoloso su tutto il territorio aquilano e per l’intero arco delle 24 ore.

La nuvolosità risulterà più compatta sul Gran Sasso e sulle zone orientali del territorio, dove si verificheranno rovesci frequenti e localmente di moderata intensità. Altrove i fenomeni saranno più sporadici e meno intensi.

Le temperature saranno in calo, in particolare nei valori massimi, mentre le minime si raggiungeranno nella notte successiva (Min: -1/+4°C, Max: +7/+10°C). I venti spireranno moderati dai quadranti nord-orientali e saranno intensi sulle creste montuose. (Francesco De Angelis)