Aree interne e Covid 19, Paolo Federico: “Sociale in prima linea”

Emergenza Covid 19: un appello dalla Comunità Montana per assicurare nonostante l'isolamento, aiuto e sostegno alle fasce più fragili nei piccoli paesi.

La seconda ondata del virus Covid 19 ha colpito duramente tanti piccoli paesi dell’Abruzzo aquilano che erano stati risparmiati durante gli scorsi mesi.

Per questo dalla Comunità Montana Montagna di L’Aquila arriva un appello a firma del commissario e sindaco di Navelli, Paolo Federico.

“Stiamo affrontando una dura battaglia contro il Covid 19 ma sono sicuro che se mettiamo in atto tutte le dovute attenzioni possiamo uscirne nel più breve tempo possibile. Inoltre – continua il commissario – abbiamo messo in atto una serie di attività per fare in modo che i servizi sociali, gestiti dall’Ecad n. 5 afferente alla comunità montana, possano continuare nella loro opera di assistenza dei più bisognosi”.

“In particolare, nonostante siamo stati colpiti dal Covid abbiamo deciso di concentrare tutte le forze e il personale nella sede di Barisciano proprio per facilitare la gestione del territorio dando la possibilità agli utenti di contattare i nostri uffici senza uscire da casa, mentre gli operatori impegnati nelle assistenza domiciliare stanno continuando il loro indispensabile lavoro contribuendo alla prevenzione del disagio e alleviando le tante famiglie in difficoltà”.

“Non abbiamo fermato i pagamenti per gli utenti collegati a progetti per l’inclusione sociale e per quelli che si trovano nel contesto dei progetti personalizzati. I nostri uffici restano a disposizione per tutti coloro che hanno necessità. Stringiamo i denti e mettiamo in atto tutto quanto è in nostro potere per fermare il contagio. Sono sicuro che supereremo questo momento”.

L’ambito sociale ha di recente firmato una convenzione con l’ASL per potenziare i servizi e predisporsi per una migliore integrazione socio sanitaria sui comuni di riferimento.