Nations League, l’Italia batte la Polonia 2 a 0

Grazie alla vittoria sulla Polonia l'Italia mantiene la testa della classifica del Gruppo A di Nations League.

Grazie alla vittoria sulla Polonia l’Italia mantiene la testa della classifica del Gruppo A di Nations League.

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia, un rigore di Jorginho ed un gol di Berardi dopo una serie di 27 passaggi hanno permesso ad un’Italia decimata da infortuni e Covid-19 di sconfiggere la Polonia per 2-0 e di mantenere così la testa della classifica del gruppo A della Nations League.

Grazie alla vittoria ottenuta nell’altra partita ai danni della Bosnia (3-1), l’Olanda si piazza al secondo posto.

L’ultima giornata della fase a gironi, in programma mercoledì prossimo, vedrà gli azzurri impegnati in trasferta sul campo della già eliminata Bosnia-Erzegovina per l’ottenimento della qualificazione alle Final Four.

A fine gara, Alberico Evani, vice di Roberto Mancini (assente in panchina per via della positività al Covid-19), ha dichiarato: “Quando insisti con determinati principi di gioco, cosa su cui Roberto lavora già da due anni, alla fine vieni premiato”. Riferendosi alle tante assenze, Evani ha poi aggiunto: “E’ la nostra cultura, gli italiani danno il loro meglio nei momenti di difficoltà, diventando ancora più uniti. E’ ciò che ho chiesto a questi ragazzi prima della partita, sono stati straordinari. Ora vogliamo chiudere in bellezza”.

A proposito del CT Mancini, il presidente della FIGC Gabriele Gravina, intervenendo ai microfoni di RAI Sport, ha confermato la volontà di prolungare il contratto dell’allenatore (attualmente in scadenza nel 2022), aggiungendo di stare “aspettando la sua decisione”.

Il bilancio di Mancini sulla panchina della Nazionale vede l’Italia imbattuta da due anni, con dieci vittorie su dieci partite nel girone di qualificazione a Euro 2020.

ITALIA – POLONIA 2-0

Marcatori: 27′ rig. Jorginho, 84′ Berardi.

ITALIA: Donnarumma; Florenzi (89′ Di Lorenzo), Acerbi, Bastoni, Emerson; Barella, Jorginho, Locatelli; Bernardeschi (64′ Berardi), Belotti (79′ Okaka), Insigne (89′ El Shaarawy). A disposizione: Sirigu, Cragno, Calabria, Pessina, Romagnoli, Tonali, Soriano, Ferrari. CT: Mancini (in panchina il vice Evani).

POLONIA: Szczesny; Bereszynski, Glik, Bednarek, Reca; Krychowiak, Moder (46′ Goralski); Szymanski (46′ Zielinski), Linetty (74′ Milik), Jozwiak (46′ Grosicki); Lewandowski. A disposizione: Skorupski, Fabianski, Bochniewicz, Walukiewicz, Kedziora, Rybus, Placheta, Piatek. CT: Brzeczek.

Arbitro: Turpin (FRA)

Espulso Goralski (P) al 77′