L’Aquila, il ricordo di Dino Parisse

Un ultimo saluto solo sfiorato, quello a Dino Parisse, carrozziere molto conosciuto a L'Aquila, venuto a mancare un mese fa. Troppe morti silenziose ai tempi del Covid

Ai tempi dell’emergenza Covid 19, tantissime sono le morti silenziose. Quasi nell’ombra di un saluto solo sfiorato, in ospedali e stanze vuote, perché così il virus impone. E se n’è andato silenziosamente Dino Parisse, un mese fa, lasciando un grande vuoto nella comunità aquilana.

Dino Parisse era un noto carrozziere aquilano. È scomparso lo scorso 17 ottobre a L’Aquila; era ricoverato all’ex Onpi, da due mesi. Aveva 77 anni.

Tanti lo conoscevano in città, ma non ha potuto avere un ultimo saluto comune, da tutta quella gente che aveva avuto modo di conoscerlo e di ammirarlo, nel tempo.

A portare via Dino Parisse una malattia, per la quale purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Impegnato fin da bambino nel settore della carrozzeria, ha aperto la sua attività insieme ad un socio, al bivio di Coppito. Un’attività che lo aveva reso noto a molti in città, come professionista serio e persona rispettosa.

Ad un mese dalla scomparsa, il dolore è ancora profondo. Il ricordo di una città per lui e per quanti sono volati via nei mesi di un’emergenza, che ha privato della consolazione di offrire vicinanza e il giusto saluto ai propri cari.