Quantcast

Covid 19, ancora personale sanitario positivo al San Salvatore

Nella notte tra sabato e domenica - 7 e 8 novembre - è stata riscontrata la positività di un'infermiera del San Salvatore. Tante segnalazioni di pazienti entrati negativi e usciti positivi al Covid 19.

L’AQUILA – Covid 19, i contagi non risparmiano i sanitari del San Salvatore e in ospedale la situazione diventa complicata. C’è il rischio di entrare negativi in reparto e uscire positivi al Covid 19.

Nella notte tra sabato e domenica – 7 e 8 novembre – è stata riscontrata la positività di un’infermiera del San Salvatore, sottoposta a tampone periodico effettuato ogni 15 giorni.

Durante quel turno lavorativo, il personale momentaneamente in turno era di 10/11 unità in totale. Tutti, quindi, sono considerati a rischio contagio e dovranno ripetere il tampone.

Intanto, però, sono arrivate in redazione numerose segnalazioni di parenti di pazienti ricoverati in ospedale, che hanno contratto il Covid 19, nonostante al momento del ricovero fossero risultati negativi al tampone.

Il personale sanitario viene sottoposto a controlli periodici, per scongiurare eventuali focolai nei reparti ospedalieri e garantire la sicurezza, sia del personale in servizio sia dei pazienti che dei rispettivi familiari. Basta anche un solo contagio a costituire l’eventualità di una lunga catena di positivi, con tutte le conseguenze del caso.

Episodi come questo, tuttavia, dimostrano come il contagio corra, purtroppo, anche tra medici e sanitari. Un dato sottolineato anche nel corso del Consiglio Straordinario sul Covid 19, convocato a L’Aquila. Era stata la stessa dottoressa Sabrina Cicogna, Direttrice della Asl1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila, a spiegare che il numero degli infermieri contagiati è di circa 90 unità.

Una problematica preoccupante, che contribuisce ad aggravare la già pesante carenza di personale nelle strutture sanitarie provinciali e regionali d’Abruzzo.