Quantcast

Paolo Sorrentino a Roccaraso per girare il suo ultimo film

Paolo Sorrentino torna a Roccaraso per girare alcune scene del film "È stata la mano di Dio". Una pellicola che si intreccia con una storia dolorosa legata al suo passato.

Il regista premio Oscar Paolo Sorrentino ha scelto Roccaraso per alcune riprese del suo ultimo film “E’ stata la mano di Dio”.

Il film è prodotto dalla Fremantle per Netflix. Il titolo ricorda la “Mano de Dios” di Maradona, a cui il regista è molto legato. “Questo film per me significa tornare a casa” ha dichiarato.

Sorrentino è stato a Roccaraso e Castel di Sangro, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, per cinque giorni di riprese, in notturna, che hanno visto impiegato uno staff di circa ottanta persone.

Un ritorno per Sorrentino a Roccaraso dopo che, proprio all’Aremogna, aveva girato le scene dello spot per il Campari.

Nonostante l’estrema riservatezza qualche notizia è comunque trapelata. Il regista ha deciso di alloggiare nello Sport Village di Castel di Sangro, insieme all’attore Toni Servillo, protagonista delle pellicole “Loro” e “La grande bellezza” con quest’ultimo Sorrentino ha conquistato l’Oscar come miglior film straniero.

Paolo Sorrentino, da sempre amante dell’Abruzzo, ha un rapporto particolare con Roccaraso, legato a un tragico episodio.

Nel 1987 proprio a Roccaraso morirono entrambi i genitori a causa delle esalazioni di una stufetta nella casa dove si trovavano in vacanza. Sorrentino riuscì a salvarsi, all’epoca 16enne, perchè era andato a vedere una partita del Napoli dove giocava all’epoca il suo idolo: Maradona.

Da qui, la trama del film, che come lui stesso definisce: “Intimo e personale, un romanzo di formazione allegro e doloroso”. Quasi un omaggio a Diego Armando Maradona, “Mi ha salvato la vita”, dice spesso Sorrentino.

Sorrentino, in una scena, ha riprodotto la corsia di un ospedale, ricostruita dentro un albergo dismesso di Castel di Sangro. A Roccaraso, invece, è stata scelta la casa di viale dello Sport dove avvenne realmente la tragedia.

“Grazie di cuore a tutta la mia meravigliosa, infaticabile, indimenticabile troupe”, ha scritto Sorrentino sul suo profilo Instagram alla fine delle riprese.

Sempre sui social anche il ringraziamento al regista da parte del sindaco di Roccaraso, Francesco Di Donato: “Gli angoli più belli di Roccaraso sono stati immortalati in questi giorni dal Premio Oscar, Paolo Sorrentino, che ha appena concluso le riprese del suo nuovo film. Una pellicola che dedicherà ampio spazio anche a Roccaraso e che farà bene al turismo. Ieri ho incontrato Sorrentino e l’ho ringraziato per aver scelto il nostro paese anche per questo film. Una pellicola che arriva dopo lo spot pubblicitario che Sorrentino ha girato lo scorso anno all’Aremogna. Dopo Zalone e Siani, ora arriva anche questa produzione“.

Non si sa ancora nulla sulla trama del film, appena annunciato da Netflix Italia, la pellicola dovrebbe uscire nel 2021.

La foto allegata all’articolo è stata pubblicata sui social dal sindaco di Roccaraso.