Quantcast

Covid 19, Franco Marinangeli: “Dipende da noi non diventare zona rossa”

"Non dobbiamo diventare zona rossa. Evitiamo contatti inutili". L'appello del professore Franco Marinangeli da mesi "in trincea" per combattere l'emergenza Covid 19.

“Non dobbiamo diventare zona rossa”. Questo il messaggio scritto sui social dal primario di Malattie Infettive del San Salvatore dell’Aquila, Franco Marinangeli, da mesi “in trincea”, per combattere l’emergenza Covid 19.

In queste settimane di vera emergenza in cui la curva dei contagi da Covid 19 si è alzata moltissimo in città e con i posti nell’ospedale dell’Aquila quasi pieni, il professore Franco Marinangeli invita la popolazione a prestare la massima attenzione, “evitando contatti inutili”.

Il professore Marinangeli si appella ai cittadini affinché L’Aquila e l’Abruzzo non diventino “zona rossa”. Una divisione dell’Italia per colori fatta dal Governo e illustrata nell’ultimo Dpcm in base alla quale vengono distinte le restrizioni su base regionale.

“Andrà tutto bene, va tutto bene, andava tutto bene… Consiglio a tutti di comportarci in maniera responsabile, maniacale, indipendentemente dal fatto che qualcuno dica che siamo verdi gialli o rossi”, scrive Marinangeli sul suo profilo Facebook.

“Chi decide nella realtà è la tenuta degli ospedali e gli ospedali sono in seria, seria, difficoltà. È necessario che ognuno faccia il possibile per proteggersi evitando contatti inutili. Sosteniamo per quello che è possibile l’economia perché è fondamentale dimostrare di essere una vera comunità, ma dimostriamo anche a noi stessi che siamo in grado di farlo in maniera responsabile”.

“NON DOBBIAMO diventare zona rossa, ma questo adesso dipende solo e soltanto da noi. Non si può solo sperare che la curva si raffredd, non è sufficiente, dobbiamo impegnarci uno ad uno per raffreddarla. Grazie di cuore ai colleghi che stanno lavorando in silenzio più di marzo e aprile… La parte più bella del Paese”.