Quantcast

Gigi Proietti, l’addio di Lino Guanciale: Sei stato il primo a credere in me

Anche Lino Guanciale rende omaggio a Gigi Proietti, nel giorno della scomparsa. "Ti devo tanto…ti siamo tutti debitori in qualche modo".

Anche l’attore marsicano Lino Guanciale rende omaggio a Gigi Proietti, nel giorno della scomparsa del gigante del teatro italiano. “Ti siamo tutti debitori”.

Un ultimo saluto triste, quello di un allievo a un maestro, di un uomo di teatro ad un altro uomo di teatro, che oggi non c’è più. L’attore Lino Guanciale spende parole speciali per la scomparsa di Gigi Proietti. 

“Ciao, Gigi. Non posso credere di trovarmi qui a scrivere questo saluto, sono intontito dalla notizia e molto triste. Diciassette anni fa hai creduto in me, sei stato il primo a farlo dopo il mio diploma. Non potrò mai dimenticare la leggerezza e la tenerezza con cui hai iniziato a trasmettermi “il mestiere”.

“Mi capita ancora oggi, sul palcoscenico – continua Lino Guanciale – di capire delle cose che mi avevi detto o mostrato all’epoca di questa foto. Ti devo tanto… tutti ti siamo debitori, in qualche modo. È stato un onore e un privilegio aver iniziato la mia carriera con te. Grazie, Cavaliere Nero”. 

Lino Guanciale è oggi alla guida dell’Ufficio del Teatro dei Marsi di Avezzano. Gigi Proietti è stato alla guida del Teatro Stabile negli anni d’oro, ‘aquilano’ tra gli aquilani, ha lasciato un’impronta indelebile, segnando le pagine più importanti della storia culturale dell’istituzione teatrale nel capoluogo d’Abruzzo.

La figura di Gigi Proietti la si ritrova ovunque, anche nello struggente monologo sul terremoto di Avezzano del 1915, che riproponiamo qui, per ricordarlo ed omaggiarlo. Ciao Gigi