Covid 19 L’Aquila, chiuso in casa senza notizie da 13 giorni e tampone incerto

Covid 19 L'Aquila, continuano le lamentele dei cittadini lasciati in casa in isolamento da diversi giorni. La testimonianza di un lettore che ha fatto il tampone con risultato dubbio e non ha notizie dalla Asl.

A #DilloalCapoluogo un altro caso di “abbandono” da parte della Asl 1 nei confronti di una persona entrata in contatto con un positivo al Covid 19 e rimasta in casa da giorni senza notizie.

L’uomo è entrato in contatto con una persona risultata positiva al Covid 19 lo scorso 10 ottobre, contattato dalla Asl il 13, gli è stato comunicato di dover fare l’isolamento domiciliare in attesa del tampone monitorando sintomi e temperatura.

Il tampone è stato fatto poi a Collemaggio il 20 ottobre ma il risultato è stato dubbio cioè, all’atto pratico non risultava nè positivo, nè negativo. 

Covid 19 L’Aquila, a casa da 10 giorni con sintomi e senza tampone: “La Asl ci ha abbandonati”

“Successivamente non ho ricevuto nessuna informazione – spiega l’uomo al Capoluogo – il 25 ottobre mi ha contattato una dottoressa dell’ufficio di igiene per mettermi a conoscenza del risultato del mio tampone che é risultato dubbio. A seguito di questo mi ha informato che per il protocollo nonostante il mio tampone non abbia dato esito, quindi per un errore dovuto al campione o al macchinario, io sarei stato considerato alla stregua di un positivo, perché loro non possono comportarsi diversamente”.

Praticamente sono chiuso in casa da 13 giorni, non ho manifestato alcun sintomo dovuto al Covid 19,  l’ultimo mio contatto con il positivo é di 16 giorni fa, per una loro responsabilità il mio tampone non ha dato alcun esito, quindi ho chiesto di ripeterlo il prima possibile in modo da avere un riscontro, nonostante questo mi é stato risposto che il tampone mi verrà fatto a domicilio il giorno 30 ottobre”.

“Sono senza nessuna certezza a causa di un’inefficienza che sicuramente non è la mia. Non si può lasciare la gente abbandonata in questo modo, è una vera indecenza”.

Dillo al Capoluogo è la rubrica attraverso la quale potete fare gli auguri ai vostri cari. Ma potete anche raccontarci tutto quello che non va o il vostro punto di vista. Scriveteci a ilcapoluogo@gmail.com oppure su WhatsApp (392 6758413) o ancora tramite la pagina Facebook.