Comune L’Aquila, stretta sui compensi dei dirigenti

L'AQUILA - Cambia la "pesatura" del lavoro dei dirigenti del Comune, stretta sui compensi.

L’AQUILA – Delibera di Giunta per la “pesatura” dei dirigenti, compensi in base al lavoro svolto.

Compensi più “specifici” e calibrati sulla base del lavoro svolto al Comune dell’Aquila, con l’approvazione della delibera di Giunta 498 del 19 ottobre scorso sul sistema di graduazione delle posizioni dirigenziali.

Nello specifico, è stata approvata una tabella tecnica di riferimento per fasce e parametri che sostanzialmente allarga “la forbice” per l’individuazione dei compensi ai dirigenti. Se fino a ieri gli stipendi dei dirigenti erano sostanzialmente equiparati, con una forbice che andava da 36mila a 45mila euro, con l’ultima delibera si riscrive la “pesatura” a seconda delle diverse funzioni, con una forbice più ampia che va da 22mila e 500 euro a 45mila. Rimane quindi il tetto massimo a 45mila (anche se è prevista la possibilità di arrivare a 67mila e 500, che però non è stata applicata), mentre il minimo scende a 22mila e 500.

Questo comporterà una rimodulazione dei compensi per alcuni dirigenti in base alla nuova organizzazione della struttura dirigenziale che sarà decisa dall’amministrazione.