Quantcast

Premio Polidoro 2020, l’informazione al tempo del Covid

Polidoro 2020, il Coronavirus non ferma il premio. Si potrà proporre una narrazione giornalistica sulla pandemia.

Il Coronavirus non ferma il premio giornalistico dedicato a Guido Polidoro, giunto alla 19esima edizione.

Quest’anno la scadenza per la presentazione degli elaborati è stata fissata al 28 novembre. La premiazione è stata fissata per il 15 dicembre e potrebbe avvenire online se le condizioni della pandemia lo imporranno.

Ospite d’onore della giornata di premiazione sarà Francesco Giorgino, giornalista del Tg1 e direttore di una scuola di giornalismo, che porterà il suo contributo su come è cambiata o, meglio rimodulata, l’informazione al tempo di Covid.

La presentazione del Premio Polidoro c’è stata nella sede dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo a L’Aquila.

“Un riconoscimento, quello intitolato a Guido Polidoro – ha detto Nicola Marini, consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti – che non si è arreso neanche al terremoto del 2009, segno della stima riconosciutagli e immutata nel tempo e considerato vero maestro di giornalismo ma anche di vita. A dimostrazione di ciò i numerosi allievi da lui forgiati ma anche, parlando del premio che è l’evento giornalistico più importante della regione, l’elenco di chi finora lo ha vinto”.

Il presidente dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo, Stefano Pallotta, ha ricordato che con il bando di quest’anno, “Oltre a premiare i servizi, le inchieste e le foto giornalistiche riguardanti la cultura, l’economia, la società e le tradizioni popolari abruzzesi, si potrà proporre una narrazione giornalistica argomentata sulla pandemia“.

I premi sono di 1500, 1000 e 500 euro.

La giuria che selezionerà gli elaborati è presieduta da Walter Capezzali e composta da un rappresentante del Consiglio regionale, uno della Bper ed uno della Fondazione Carispaq, tra i partner del premio. Il membro dell’Ordine dei giornalisti, invece, quest’anno non siederà in giura per la concomitanza del rinnovo delle cariche. Il suo posto sarà preso da uno degli ultimi vincitori.

Gli elaborati presentati dovranno rispondere al dogma del dovere della verità.

Il bando è visionarie sul sito dell’Odg d’Abruzzo al seguente link.