Covid 19 L’Aquila, attesa infinita del tampone a casa

"Mio figlio positivo al Covid 19, dovevano venire a fare il tampone a casa, ma al numero verde non risponde nessuno". A #dilloalcapoluogo la segnalazione di una mamma.

A #dilloalcapoluogo la segnalazione di una mamma: “Mio figlio positivo al Covid 19, sto cercando di chiamare il numero verde per il tampone a casa, ma non risponde nessuno”.

“Mio figlio è risultato positivo al Covid 19, contagiato in una pizzeria della città”. Lo racconta una mamma a #dilloalcapoluogo, spiegando: “Ha fatto il tampone a Dante Labs. Il giorno dopo la positività la Asl ci hanno chiamato dicendoci che il giorno 13 e 19 ottobre sarebbero venuti a casa a farci il tampone, essendo noi in quarantena”.

Nessun tampone è stato però fatto il giorno 13 e “da venerdì sto chiamando il numero verde del Servizio di Igiene e Prevenzione, ma dopo averci messo in attesa dopo meno di 3 minuti chiudono la telefonata. Chiamando tramite il centralino dell’ospedale e facendoci passare il centro dopo 12 minuti di squilli a vuoto non ti resta altro da fare che chiudere”.

Secondo quando lamenta un altro lettore, inoltre, sono “104 le chiamate effettuate per sapere il risultato del tampone eseguito 10 giorni fa del mio bimbo, così da poter farlo rientrare al asilo. Per tutte e 104 le chiamate la linea è risultata occupata, per non parlare anche delle mail inviate, una vergogna! Mettono il numero, poi staccano il telefono, intanto noi genitori veniamo licenziati… altro che andrà tutto bene, andremmo a casa tutti”.