Covid Abruzzo, divieto visite nelle strutture residenziali sanitarie

Covid Abruzzo, divieto di visita per i familiari dei degenti delle strutture residenziali sanitarie e assistenziali. L'ordinanza della Regione firmata dal presidente Marsilio.

Covid Abruzzo, Divieto di accesso di familiari e conoscenti alle strutture residenziali socio-sanitarie e socio assistenziali pubbliche, private e convenzionate operanti nella Regione Abruzzo.

E’ quanto disposto con l’ultima ordinanza, la numero 91, firmata dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, per arginare il contagio Coronavirus.

Nel dettaglio l’ordinanza prevede:

2) di disporre che le visite di familiari e conoscenti possono essere autorizzate in casi eccezionali (ad esempio situazioni di fine vita) dalla Direzione della struttura, previa appropriata valutazione del rapporto rischi/benefici; – le persone autorizzate dovranno comunque essere in numero limitato e osservare tutte le precauzioni raccomandate per la prevenzione della trasmissione dell’infezione da SARS-CoV-2; – nel caso di accesso alla struttura, è comunque assolutamente necessario impedire l’accesso a persone che presentino sintomi di infezione respiratoria acuta, anche di lieve entità, o che abbiano avuto un contatto stretto con casi di COVID-19 sospetti o confermati negli ultimi 14 giorni;

3) di promuovere da parte delle strutture di cui al punto1) relazioni a distanza tra ospiti e familiari mediante sistemi di video chiamata o di comunicazione a distanza con frequenza almeno bisettimanale;

4) le disposizioni della presente ordinanza hanno decorrenza immediata e sono valide sino a diverso provvedimento;

5) la presente Ordinanza è trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, al Prefetto territorialmente competente, ai Sindaci dei Comuni interessati ed al Dipartimento Protezione Civile regionale;

6) la presente Ordinanza è pubblicata sul sito istituzionale della Regione. La pubblicazione ha valore di notifica individuale, a tutti gli effetti di legge. La presente Ordinanza sarà pubblicata, altresì, sul Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo