Campagna antinfluenzale, scarseggiano i pediatri per la somministrazione vaccini

Al via la campagna antinfluenzale ma restano perplessità e incertezze. Mamme in difficoltà per la somministrazione dei vaccini ai bambini.

Il 15 ottobre parte la campagna antinfluenzale ma sono ancora tante le incertezze: pochi i pediatri che somministrano vaccini.

Da giovedì 15 ottobre partirà la campagna antinfluenzale e con essa la somministrazione dei vaccini. Sono 92.000 le dosi a disposizione della Asl, più del doppio di quanto consumato l’anno scorso. Quest’anno la vaccinazione è infatti fortemente raccomandata e gratuita anche per i bambini sani da 6 mesi a 6 anni (oltre che agli adulti tra i 60 e i 64 anni). Il problema che sta emergendo, però, è che tra i 250 medici individuati per le somministrazioni, pochi sono i pediatri, come lamentato da diverse mamme che hanno contattato Ilcapoluogo.it. Sarebbero infatti diversi, stando a quanto segnalato alla redazione, i pediatri che si rifiutano anche di sommistrare il vaccino, nel caso in cui venga acquistato dagli stessi genitori.

D’altra parte le richieste dei pediatri sono state pressanti, a fronte di una mole di lavoro definita “enorme”: “Come pediatri abbiamo chiesto alla ASL di prevedere locali dedicati, magari vicini a strutture che possano essere di supporto in caso di emergenze (per esempio uno schock anafilattico) e in cui l’accoglienza, qualitativa e quantitativa, dei pazienti possa essere sicura per tutti. Ed, inoltre, abbiamo proposto alla A.S.L.  di fornire personale infermieristico dedicato a supporto dei Pediatri, ma ad oggi la ASL sembra fare muro su tutte le nostre richieste”. Richieste che sono però sembrate eccessive dai molti medici di famiglia, che “da sempre” si sono organizzati in autonomia rispetto alle campagne vaccinali, portando con sé anche il kit per lo shock anafilattico, per fronteggiare eventuali emergenze”.

Insomma, la campagna antinfluenzale, la prima in era Covid, parte tra incertezze e perplessità. Ad ogni modo, per la prenotazione del vaccino (obbligatoria) in provincia dell’Aquila, occorre contattare i seguenti numeri:
L’AQUILA 0862.368120 Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.00 alle 12.00
PELIGNA 0864.499621 Dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 12.00
SANGRINA 0864.899274 Dal Lunedì al Venerdì dalle 12.00 alle 13.30
AVEZZANO 0863 499815 Dal Lunedì al Venerdì dalle 9.30 alle 11.30
TAGLIACOZZO 0863 699262 Lun.-Merc.-Gio-Ven. dalle 12.00 alle 13.00
PESCINA 0863.899259 Dal Lunedì al Venerdì dalle 8.30 alle 11.00