Pozza di Preturo in lutto per la scomparsa di Renzo De Acutis

Pozza di Preturo piange l'amico colto e sensibile Renzo De Acutis. Il ricordo di Nando Giammarini.

Lutto a Pozza di Preturo per la scomparsa di Renzo De Acutis, il ricordo di Nando Giammarini.

Renzo De Acutis ci ha lasciati, sentite condoglianze alla famiglia.

La morte comunque la si voglia analizzare o interpretare è sempre un evento distruttivo con la quale non tutti trovano la forza ed il coraggio di confrontarsi e talvolta di accettarla. Ognuno di noi, in funzione delle proprie convinzioni cerca un motivo, una risposta alle paure ed insicurezze che, inevitabilmente, arrivano in simili drammatici momenti. Ai sentimenti negativi suscitati da un luttuoso evento c’è chi reagisce cercando di vivere intensamente l’esistenza quotidiana, gli ideali in cui crede, rafforzando gli affetti più intimi.

Purtroppo questo non riesce a far superare complessivamente i timori e le angosce della morte ma solo ad esorcizzarli. Il credente, forte della propria fede, fa riferimento all’immortalità dell’anima sul fatto che la vita terrena è una fase di passaggio che non finisce con la morte.

Il laico sostiene che le persone vivono in eterno attraverso il ricordo della memoria. La dipartita di una persona è una grave perdita non solo per la famiglia ma per la intera Comunità di appartenenza; un giorno denso di sentimenti ed emozioni contrastanti quali: dolore, tristezza, nostalgia che influiscono, e non poco, nello stato d’animo dei propri cari, dei suoi amici e di quanti lo hanno conosciuto e gli hanno voluto bene.

Sono certo che Renzo De Acutis, originario di Pizzoli ma residente a Pozza di Preturo per quello che è stato ed ha rappresentato in vita, sarà onorato dal ricordo che lo porterà a vivere in eterno nella mente e nel cuore dei propri cari dei suoi amici e, più in generale di quanti hanno avuto l’ onore ed il piacere di conoscerlo.

Egli , sopraffatto dalla malattia del secolo contro la quale si è battuto come un leone, ci ha lasciati all’età di 78 anni ieri, in quel mite pomeriggio autunnale, nella sua casa contornato dall’amore e dall’affetto dei propri cari. La sua esistenza è stata segnata dall’attaccamento al lavoro e alla famiglia; sempre pronto a sostenere, con slancio, altruismo e generosità, coloro che avevano bisogno del suo aiuto.

Persona colta, delicata e competente è stato un validissimo commerciante di materiale da rifinitura per interni quali ceramiche, parquet, cucine.

Amava lo stile antico, adorava la pietra fino al punto di convincere i propri clienti ad inserirla nelle loro case. Totale e completa la sua disponibilità per consulenze e consigli, uomo integerrimo, leale e dignitoso che ben si rapportava con tutti.

Domani pomeriggio alle 15.00 gli porgeremo l’estremo saluto nella chiesa di Pozza di Preturo a seguire la tumulazione nella tomba di famiglia del cimitero di Pizzoli.

Non resta che porgere le mie più sentite condoglianze e della redazione del Capoluogo alla moglie, Giuliana Diamanti ai figli, Alessandro e Francesca, ai parenti tutti.