Quantcast

L’Aquila, Daniele D’Angelo porta in Consiglio il nuovo partito di Quagliariello

A breve il lancio di un nuovo partito nazionale per il centrodestra. Nel Consiglio comunale dell'Aquila sarà rappresentato da Daniele D'Angelo.

L’AQUILA – Nuovo partito del centrodestra promosso da Gaetano Quagliariello, Giovanni Toti e Mara Carfagna, nel consiglio comunale aquilano sarà Daniele D’Agelo a rappresentarlo.

Fase costituente per il nuovo soggetto politico costituito da Gaetano Quagliariello, Giovanni Toti e Mara Carfagna, insieme a una ventina di parlamentari. Mentre il partito, per il quale non è stato ancora scelto il nome, si sta strutturando a livello regionale e nazionale, a L’Aquila il nuovo partito ha già basi solide. “La fondazione Magna Carta, che già esiste all’Aquila sotto la guida di Stefano Flamini, – spiega a IlCapoluogo.it il senatore Gaetano Quagliariello – allarga i suoi confini e avrà una sua strutturazione anche regionale grazie all’impegno assunto da Pierangelo Guidobaldi a Giulianova. Sul fronte politico e istituzionale il consigliere Daniele D’Angelo, con il quale è maturato un percorso di avvicinamento partendo da progetti molto ambiziosi per il territorio, già a partire da domani rappresenterà questa forza nel consiglio comunale dell’Aquila”.

E i rapporti con L’Aquila Futura e con Roberto Santangelo? “C’è e continuerà ad esserci un rapporto di collaborazione strettissima, – assicura Quagliariello – direi organica. In altri tempi l’avremmo definito ‘un patto d’unità d’azione’. Come tutti sanno abbiamo affrontato insieme passaggi importanti, a cominciare dalle elezioni provinciali aquilane nelle quali abbiamo eletto Luca Rocci che noi riteniamo ci rappresenti. La politica però non è un Risiko, in politica i percorsi si derivano. L’appartenenza a un medesimo partito implica obbligazioni e impegni reciproci che è giusto costruire per gradi senza bruciare le tappe. Sono convinto che questo rapporto così solido potrà evolversi in una confluenza nella nuova formazione, ma tempi e modi dovranno essere valutati da L’Aquila Futura. Per quello che ci riguarda, non mettiamo fretta a nessuno perché di fretta non ce n’è”.

Non resta che attendere l’ufficializzazione del nuovo partito: “Il lancio nazionale sarà entro la fine dell’anno, ma a livello regionale saremo in grado già entro un mese di annunciare un’organizzazione che coprirà tutte e quattro le province”.