Elezioni Avezzano, D’Eramo: “Forza Italia Abruzzo scorretta con Berlusconi”

Il segretario regionale Lega Abruzzo Luigi D'Eramo torna all'attacco di Forza Italia, dopo i risultati del ballottaggio di Avezzano. "Quella di Forza Italia Abruzzo è una realtà mistificata, la Lega si attiene alla realtà di fatto".

Le Elezioni Amministrative Avezzano 2020 sono finite, la polemiche ancora no. Il segretario regionale Lega Abruzzo Luigi D’Eramo torna all’attacco di Forza Italia.

“Un conto è la realtà mistificata di Forza Italia Abruzzo, un altro conto, anzi un’altra realtà è quella di fatto a cui si attiene la Lega”, lo dichiara Luigi D’Eramo, segretario regionale (Lega), a margine della conferenza stampa con Tiziano Genovesi e Gianfranco Giuliante, responsabile regionale Enti locali (Lega).

“Per definire la correttezza di Forza Italia, nelle elezioni di Avezzano e Chieti, ho ritenuto giusto riportare le dichiarazioni (circa l’uso politico della giustizia contro Berlusconi e il caso CSM) di Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di FI, gruppo parlamentare a cui appartiene il coordinatore regionale di Forza Italia Abruzzo”, prosegue D’Eramo.

Il partito degli azzurri ha sposato la candidatura a sindaco di un civico in apparenza ma con liste di matrice sinistroide, proprio quel centrosinistra che è risultato da atti e intercettazioni coinvolto a 360 gradi nello scandalo Palamara. Mi chiedo se il presidente Berlusconi, sotto processo da 20 anni, sia a conoscenza di questa commistione dei suoi rappresentanti sul territorio, con coloro che hanno provato in tutti i modi ad inficiare la sua onorabilità e credibilità di uomo, di imprenditore di successo e di politico” conclude il segretario regionale, l’onorevole Luigi D’Eramo.