Elezioni comunali, Diego Ferrara è il nuovo sindaco di Chieti

Diego Ferrara nuovo sindaco di Chieti. L'esito del ballottaggio nel capoluogo teatino.

CHIETI – Diego Ferrara batte Fabrizio Di Stefano al ballottaggio.

È Diego Ferrara il nuovo sindaco di Chieti. Nonostante la partenza in svantaggio, considerando il primo turno, il candidato del centrosinistra è riuscito a raggiungere e superare il candidato del centrodestra in quota Lega, Fabrizio Di Stefano.

I dati non sono ancora ufficiali, ma la tendenza è chiara, con Diego Ferrara che si attesta a circa il 57% su Fabrizio Di Stefano a circa il 43%.

Soddisfazione dal PD che con Michele Fina a Silvio Paolucci sottolineano: “La sconfitta della destra in Abruzzo porta i nomi dei neo sindaci Diego Ferrara e Gianni Di Pangrazio, che a Chieti e Avezzano rappresentano la vittoria delle città e di due persone per bene con un progetto concreto e attuabile di cambiamento, l’odio e i toni forti usati dalla Lega per conquistare i municipi abruzzesi non hanno funzionato. Bella e davvero piena è la vittoria di Diego Ferrara a Chieti, un candidato in cui abbiamo fortemente creduto e che la città ha da subito investito della voglia di cambiamento – sottolineano Paolucci e Fina – È la vittoria di un progetto condiviso sin da subito con gli alleati e con la coalizione di supporto, che ci consentirà di restituire a Chieti l’importanza, il valore e il posto che merita in Abruzzo e in Italia. Con Di Stefano viene sconfitto anche un modello di politica che ormai comincia a stancare, quello dei proclami a cui non segue impegno e di una voglia di governare fine a sé stessa, senza un progetto per la comunità. Sono certo che Ferrara sarà un grande sindaco, capace di cambiare in meglio Chieti dopo il disastroso governo di centrodestra di questi anni. Un sincero buon lavoro anche a Gianni Di Pangrazio, il nuovo sindaco di Avezzano, con la certezza che saprà restituire alla sua città la serenità che da tempo cerca di conquistare e che saprà farlo con il supporto di tutte le forze che hanno reso possibile la sua vittoria e di sconfiggere il candidato di centrodestra e la sua coalizione”.