Ballottaggio Avezzano: Forza Italia con Genovesi, anzi no

Ballottaggio amministrative, Bisegna: "L'elettorato di Forza Italia voterà Genovesi". Ma De Angelis frena: "Avanti con il nostro progetto politico, saremo all'opposizione".

AVEZZANO – Ballottaggio amministrative, Bisegna: “Forza Italia voterà Genovesi”. Ma De Angelis frena: “Avanti con il nostro progetto politico”.

“Grande è la confusione sotto il cielo…” del centrodestra di Avezzano per il ballottaggio delle amministrative 2020 tra Gianni Di Pangrazio e Tiziano Genovesi. A rendere piuttosto opaca la situazione, è la posizione di Forza Italia, che al primo turno ha appoggiato la candidatura di Anna Maria Taccone.

Da una parte, infatti, c’è “il candidato sindaco di centrodestra alle elezioni di Avezzano, Tiziano Genovesi” che “ha incontrato in questi giorni numerosi esponenti di Forza Italia ‘con i quali si è parlato del ricompattamento della coalizione e della necessità di fare quadrato per non consegnare la Città alla sinistra, dopo che per varie ragioni gli azzurri al primo turno hanno corso da soli con la candidata sindaca Anna Maria Taccone che ha ottenuto un ottimo risultato'”. Lo fa sapere l’ex consigliere provinciale Fabio Bisegna, coordinatore della sede elettorale del candidato sindaco del centrodestra, Tiziano Genovesi, a tre giorni dal ballottaggio del 4 e 5 ottobre prossimi. “Come ha sottolineato Genovesi nel corso del confronto per l’apparentamento tecnico che non si è potuto fare per non togliere spazio a chi ha creduto nel progetto di Cambiamento fin dall’inizio, noi vogliamo la unità e la coesione della coalizione, visto che politicamente Fi è parte integrante del centrodestra. L’elettorato azzurro ha bene in mente questo aspetto, ha capito la situazione e voterà Genovesi. Abbiamo una occasione storica: far uscire Avezzano dall’isolamento amministrativo e politico e porre le basi per il rilancio, evitando la iattura di una amministrazione di sinistra guidata dal civico camuffato, Giovanni Di Pangrazio”, conclude Bisegna.

Dall’altra parte, però, la posizione di Gabriele De Angelis, che di Forza Italia è il coordinatore provinciale: “A poche ore dal ballottaggio del 4 e 5 Ottobre 2020, che vedrà Tiziano Genovesi e Gianni Di Pangrazio contendersi la poltrona di sindaco di Avezzano, dopo il rincorrersi delle numerose notizie di questi ultimi giorni e le dichiarazioni di Genovesi nella conferenza stampa di questa mattina, ci tengo a chiarire la posizione di Forza Italia. Così come fatto dal Coordinatore regionale di FI, Sen. Nazario Pagano, anch’io ho espresso chiaramente la mia volontà, e quella del partito che rappresento, di riunire il centrodestra attraverso un apparentamento, unico accordo politico possibile, trasparente e basato sui programmi da condividere. Purtroppo però la Lega non ha saputo cogliere questa importante opportunità per Avezzano. Forza Italia quindi non ha proposto alcun “accordo poltronistico” come dichiarato poche ore fa da Genovesi, anzi, al contrario: è stata proprio la Lega che dopo aver rifiutato l’apparentamento politico, ci ha proposto accordi basati su incarichi che abbiamo rifiutato. Ricordo inoltre che Forza Italia si è vista costretta a correre da sola al primo turno, sostenendo la Prof.ssa Anna Maria Taccone insieme a tre liste civiche, poiché la scelta del candidato di centro destra, ossia di Tiziano Genovesi, scaturiva da un’imposizione e non da un dialogo costruttivo. La coalizione di Anna Maria Taccone al primo turno ha ottenuto il 17 % con oltre 4000 preferenze.  In virtù di questo ottimo ed importante risultato, nella veste di coordinatore provinciale di Forza Italia pertanto, avrei preferito archiviare i dissapori di qualche settimana fa manifestando la volontà di presentare alla città di Avezzano uno schieramento compatto, con una ben definita identità politica, rafforzata anche dalla presenza dell’area più moderata. Preso atto che quanto da me auspicato non sarebbe stato possibile a causa del netto rifiuto opposto dalla Lega, ho ritenuto di rimanere coerente con le mie idee e con il progetto politico della coalizione che, insieme con Forza Italia, ho supportato fin dall’inizio. Pertanto auspico che la città di Avezzano sappia operare la scelta più adeguata e qualunque sarà il risultato del ballottaggio, come chiarito anche da Anna Maria Taccone, i consiglieri dello schieramento da noi supportato, che faranno parte del Consiglio comunale, porteranno avanti il nostro progetto politico di rinnovamento attraverso un’opposizione ferma ma non strumentale, nell’interesse dei cittadini”.

Insomma, la partita tra Lega e Forza Italia, almeno ad Avezzano, non sembra essere ancora chiusa.

Ballottaggio Avezzano, Marsilio e Genovesi sottoscrivono patto per ospedale, interporto e tribunale.

Un vero e proprio contratto che conferma l’impegno della Regione Abruzzo a favore di Avezzano, in particolare per la realizzazione del nuovo ospedale, per la difesa del tribunale a rischio soppressione secondo la riforma nazionale, sospesa fino a febbraio 2022, e per il rilancio dell’interporto. È il documento sottoscritto oggi dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, e dal candidato sindaco del centrodestra alle elezioni di Avezzano, Tiziano Genovesi, della Lega, nel corso della conferenza stampa che si è svolta nel capoluogo della Marsica, in vista del ballottaggio del 4 e 5 ottobre prossimi che vede Genovesi contrapposto al candidato sindaco civico, Giovanni Di Pangrazio. All’incontro con la stampa hanno preso parte oltre a Marsilio, ex senatore di Fratelli d’Italia, e Genovesi, il coordinatore regionale della Lega, il deputato aquilano Luigi D’Eramo, il coordinatore regionale di Fdi, Etelwardo Sigismondi, il componente della segreteria provinciale di Cambiamo, Lino Cipolloni, e il responsabile Giovani Udc, Riccardo Silvagni.

“Avezzano – ha incalzato Genovesi – non può permettersi il sindaco di centrosinistra, Giovanni Di Pangrazio, che ha fatto un’accozzaglia di liste civiche attraverso una campagna acquisti promettendo primariati e assessorati, cacciando dossier fasulli, minacciando persone.  Avezzano ha bisogno di un sindaco di centrodestra, sostenuto da una squadra compatta, giovane e capace, che possa lavorare in filiera con la Regione, il Parlamento e la Unione Europea”.

“Nessuna fatica a sottoscrivere questo documento – ha detto Marsilio – . Una buona parte delle cose che sono qui scritte le stiamo già facendo e le continueremo a  fare chiunque sarà il sindaco di Avezzano. Il nostro impegno prescinde dal colore politico di chi siede sullo scranno di sindaco. Ma con altrettanta chiarezza sono qui a dare a pieno sostegno politico e personale a Genovesi, perché sarà molto più agevole collaborare con un sindaco con cui ci sarà una condivisione di valori e principi politici, a capo di una coalizione coesa, capace di progettualità, senza imboscate della listarella di turno”.

A suonare la carica il segretario regionale D’Eramo: “Ad Avezzano ci troviamo di fonte ad un appuntamento con la storia: si confrontano e si scontrano due modelli culturali e di vita, ovvero il nuovo contro il vecchio, la libertà contro l’oppressione, la meritocrazia come valore contro la raccomandazione sistematica, l’amministrazione della concretezza contro l’amministrazione del necessario per pochi”.

 

Ed ha aggiunto: “Genovesi è l’unica possibilità di cambiamento, il voto va oltre gli schieramenti politici. E infatti mi rivolgo anche agli elettori della sinistra, che ad Avezzano ha tradizione importante, si pensi a Mario Spallone, che abbiamo sempre rispettato. Oggi la sinistra non può assumere il volto di Di Pangrazio, sarebbe mortificante”.

 

“Ringrazio Tiziano – ha detto Sigismondi – per come ha condotto questi 90 giorni di campagna elettorale. Oramai lui non è più il candidato del solo centrodestra, ma di tutta la città. A Di Pangrazio dico non esiste in politica il ‘ritenta sarai più fortunato’. È stato già sindaco ed è stato già sonoramente bocciato dai cittadini nel ballottaggio del 2017, basta perdere tempo”.

“La forza del cambiamento è la dote che porterà Tiziano Genovesi ad essere sindaco “, ha spiegato Cipolloni.

“Quella che si è stretta intorno a Genovesi è una  coalizione giovane e innovativa – ha affermato Silvagni -. Tra le priorità c’è anche il reinserimento di Avezzano nei territori che possano beneficiare dei fondi comunitari dell’873c”.