Covid, evade dalla quarantena: sanzionata donna ad Avezzano

Covid, sanzionata ad Avezzano una donna evasa dalla quarantena cautelativa. Sempre nella Marsica chiusa un'attività commerciale che non rispettava l'obbligo della mascherina per i clienti.

Una donna è stata sanzionata ad Avezzano per essere “evasa” dalla quarantena obbligatoria per prevenire la diffusione del Covid a cui era stata stata sottoposta dopo il rientro dall’estero.

Nella giornata di ieri, il personale della Squadra volante del Commissariato di Polizia di Avezzano ha sanzionato V.B., 55enne ucraina in Italia per lavoro, per non aver rispettato la quarantena obbligatoria a cui era stata sottoposta con l’arrivo sul territorio Nazionale, alla metà di settembre.

La sanzione è scaturita da un controllo degli operatori della volante, allertati da una segnalazione giunta al 113 da parte della Asl che non riusciva più a contattare telefonicamente la donna, che accertavano l’allontanamento della straniera dal luogo di dimora.

La stessa, che sarebbe dovuta rimanere in casa per 14 giorni, nella circostanza giustificava il suo allontanamento con motivi di lavoro.

Nei confronti della donna, che fortunatamente è risultata negativa al tampone Covid, si è proceduto alla contestazione prevista dall’art. 4 del Decreto Legge nr. 19/2020 per non aver rispettato i termini della quarantena stabiliti per gli stranieri in arrivo in Italia.

Nei giorni scorsi, in Avezzano, nell’ambito dei servizi interforze disposti dal Questore della Provincia di L’Aquila per vigilare sul rispetto delle norme finalizzate al contrasto dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, il personale impiegato ha accertato inoltre il mancato rispetto delle norme anticontagio all’interno di un’attività commerciale, sita nel centro della Città.

In particolare è stato accertato che il titolare dell’esercizio durante l’attività di vendita consentiva ai clienti di non indossare gli appositi dispositivi di protezione individuale, violando la disposizione di cui all’art. 1 comma 2 del Decreto Legge 19/2020. Analoga violazione è stata contestata all’avventore presente all’interno del locale.

A seguito della violazione contestata, inoltre, è stata disposta la chiusura dell’attività commerciale con sospensione dell’attività per 5 giorni.