Scuola, la Polizia con gli studenti per ‘arrestare’ il Covid 19

Campagna di informazione "Arrestiamo il Covid 19", la Polizia con gli studenti durante il primo giorno di scuola.

L’AQUILA – Primo giorno di scuola, Polizia e studenti insieme per la campagna “Arrestiamo il Covid 19”.

Si è svolta ieri mattina, nel piazzale antistante l’Istituto di Istruzione Superiore “A. D’Aosta”, sito in località Colle Sapone, una cerimonia di consegna della locandina realizzata per la campagna informativa “Arrestiamo il Covid 19”, promossa dalla Questura di L’Aquila per sensibilizzare i giovani sull’osservanza delle vigenti disposizioni anticontagio.

polizia arrestiamo covid

Nella circostanza, il Questore di L’Aquila, Dr. Gennaro Capoluongo, alla presenza del Sig. Sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, dei Direttori degli Uffici scolastici, regionale e provinciale, Dr.ssa Antonella Tozza e Dr. Massimiliano Nardocci, dei rappresentanti delle Associazioni di categoria che hanno contribuito alla realizzazione della campagna, dell’autore delle vignette, della Vice Preside dell’Istituto ed una rappresentanza di studenti, ha proceduto alla consegna, in maniera simbolica, della locandina contenente delle vignette di personale in divisa della Polizia di Stato, raffiguranti le regole di buon comportamento da osservare per garantire sia la tutela sanitaria che la sicurezza di ognuno.

polizia arrestiamo covid

Analoga cerimonia si è tenuta anche nella città di Avezzano, presso l’Istituto di Istruzione Superiore “E. Majorana”, e di Sulmona, presso il Liceo Artistico “G. Mazara”, a cura dei Dirigenti degli Commissariati di P.S. Distaccati.

L’iniziativa è stata promossa a livello regionale, coinvolgendo i Questori di Chieti, Pescara, Teramo e i vertici provinciali del MIUR che con entusiasmo hanno aderito al progetto.

polizia arrestiamo covid

La Polizia di Stato, a dimostrazione di una concreta vicinanza alle Istituzioni Scolastiche e in particolare agli studenti, a cui il messaggio è rivolto, ha inteso fornire un utile supporto che accompagni, in questo particolare periodo emergenziale, i giovani nelle difficoltà del vivere quotidiano.

La campagna, che ha visto la distribuzione ed affissione del poster,  ha raggiunto tutti i plessi scolastici, di ogni ordine grado, presenti nel territorio regionale.