Referendum sul taglio dei parlamentari, il sì verso la vittoria

L'esito del referendum sulla riduzione del numero dei parlamentari. I primi dati vanno verso la vittoria del sì.

Il risultato del referendum sul taglio dei parlamentari: le proiezioni vanno verso la vittoria del sì.

La legge di riforma che riduce il numero dei parlamentari, sia in Camera che al Senato, probabilmente verrà approvata dal referendum confermativo del 20 e 21 settembre. I dati che arrivano dai seggi, infatti, vanno verso la vittoria del sì, che confermerebbe la riforma fortemente voluta dal M5S. La legge aveva avuto il via libera del Parlamento a ottobre 2019, ma 71 senatori hanno depositato la richiesta di referendum presso la Corte suprema di cassazione il 10 gennaio 2020.

Da lì, la consultazione referendaria del 20 e 21 settembre, che sta confermando la riforma. Il Parlamento, quindi, dalla prossima legislatura passerà da 630 a 400 deputati e da 315 a 200 senatori (eletti).

Inizialmente la consultazione era stata fissata per il 29 marzo, per poi finire a settembre causa Covid 19. Non era previsto il raggiungimento di un quorum.

Alle 16,30 il risultato di 16.632 seggi su 61.622 è di 69,32% per il sì e 30,68% per il no. Intanto in Abruzzo il sì è arrivato al 71,95%.

Alle 17.00 il risultato di 32.040 seggi su 61.622 è di 68,99 % per il e 31,01 % per il no. In Abruzzo il sì è arrivato al 72,64 %.

Alle 18.00 il risultato è di 52036 su 61.622 69,38% per il si e 30,62% per il no.

In aggiornamento con i dati definitivi nazionali e regionali.