TUA, presentati i 19 nuovi autobus: “Per la flotta del futuro si inizia dalla scuola”

TUA Spa, 19 nuovi autobus per far fronte alla riapertura post Covid delle scuole.

Presentati i nuovi autobus TUA per far fronte alla riapertura delle scuole.

Altri 19 autobus di ultima generazione entrano a far parte della flotta mezzi della TUA, l’azienda di trasporti della Regione Abruzzo. Un innesto importante perché coincide con un momento delicato come quello della riapertura delle scuole, con tantissimi studenti abruzzesi che utilizzano quotidianamente il trasporto pubblico per le attività scolastiche. I nuovi mezzi sono stati presentati questa mattina nel corso di una conferenza stampa nella sede TUA di Pescara alla quale hanno partecipato i vertici aziendali con il presidente Gianfranco Giuliante ed il direttore generale Maximilian Di Pasquale, oltre che al Governatore regionale Marco Marsilio e al manager Iveco Giorgio Zino.

I bus, prodotti dalla Iveco e di tipo Crossway Low Entry Line E6 da 12,05 metri di lunghezza, si incardinano nella strategia di un sostanzioso piano di ammodernamento della flotta. I nuovi veicoli di TUA, oltre a contribuire ad un rinnovamento generale del parco gomma aziendale, presentano caratteristiche tecnologiche di rilievo quali la conformità alla direttiva EURO 6 step D e presentano una serie di tecnologie all’avanguardia. Infatti, i 19 autobus, che saranno da subito destinati ai servizi gestiti dalle sedi TUA dislocate nelle quattro provincie della regione, sono dotati di emettitrici/validatrici di titoli di viaggio, di POS per la bigliettazione con carte di credito, di un sistema conta-passeggeri alle porte, del sistema TVCC di controllo retromarcia (telecamera esterna) e porta posteriore (telecamera interna) con monitor sul cruscotto del conducente e di un computer e rete telematica di bordo per l’interfacciamento in tempo reale con la centrale operativa, impianti di climatizzazione con regolazione automatica e separata tra zona passeggeri e posta guida, la cui portata consente il completo ricambio d’aria nell’abitacolo ogni 1 minuto circa. Ma non solo. I nuovi Iveco presentano, tra l’altro, l’impianto di spegnimento automatico degli incendi nel vano motore ad acqua nebulizzata e sistemi elettronici di sicurezza della frenata e della stabilità in marcia del veicolo.

“Presentare nuovi bus è sempre un momento importante per la vita aziendale  – ha detto il presidente di TUA SPA, Gianfranco Giuliante –. Siamo particolarmente soddisfatti – ha continuato Giuliante – perché proprio quest’immissione in esercizio di nuovi 19 mezzi coincide sostanzialmente con un evento tanto atteso quanto delicato: la riapertura delle scuole. TUA ha avviato già da diversi mesi un’interlocuzione costruttiva con i dirigenti degli istituti scolastici. Con l’intera struttura operativa abbiamo cercato di interpretare al meglio le mutate esigenze in fatto di trasporti, lavorando senza soluzione di continuità per garantire al meglio un servizio fortemente complesso. Scuola e trasporti sono sinergicamente integrati. Ci sono delle limitazioni oggettive che TUA, come ogni azienda di trasporti, subisce; si tratta di una serie di ulteriori complicazioni dettate dall’emergenza sanitaria in corso con le quali è necessario convivere. Nonostante le rigidità imposte dal contesto abbiamo cercato di creare le basi per assicurare un servizio scolastico che sia efficace e sicuro. I nuovi autobus si inquadrano in una logica di miglioramento continuo del servizio, in un’ottica sociale per garantire ai tantissimi studenti abruzzesi di viaggiare in sicurezza. In questo modo e con questi presupposti – ha concluso Gianfranco Giuliante – vogliamo strutturarci affinché la flotta di TUA saprà essere al passo con i tempi e con le sfide che, di qui a breve, ci aspettano, a cominciare dal 24 settembre, giorno della riapertura delle scuole”.

19 nuovi bus per TUA, le parole di Marsilio

“Nella ripartenza – ha esordito il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio – è indispensabile poter contare su una flotta di autobus moderna e sicura che, ad esempio, attraverso il ricambio dell’aria, in un solo minuto consente di trasportare i passeggeri nelle condizioni di maggior sicurezza possibile. La consegna di questi mezzi, a pochi giorni dall’inizio del nuovo anno scolastico,- -ha proseguito il Presidente – arriva al momento propizio per sperimentarne l’efficienza e la funzionalità nell’ottica del rinnovamento tecnologico del parco automezzi. Inoltre, stiamo lavorando anche per compensare le eventuali carenze di corse nelle ore di punta e siamo pronti a venire incontro ad esigenze particolari con il noleggio di mezzi privati“.

“Questo anche perché – ha spiegato – un autobus non si realizza certo in un giorno, ci sono procedure complesse nell’ambito delle quali tener conto anche dell’equilibrio economico-finanziario. L’auspicio è che il ministero delle Infrastrutture sappia farsi carico delle maggiori spese e delle minori entrate che gravano sulle aziende del trasporto pubblico locale – ha proseguito -perché la paura del contagio porta molti a scegliere modalità alternative di trasporto. In più, il lavoro agile da casa contribuisce a diminuire le necessità di spostamento. Senza contare le problematiche legate alle misure di sicurezza anti Covid-19, il rispetto delle quali ha implicato sui mezzi una diminuzione sensibile del numero di passeggeri che è possibile trasportare. Circostanza che, soprattutto nelle ore di punta, comporta la necessità di raddoppiare o addirittura triplicare le corse con ovvie ripercussioni sui costi del servizio”

Intanto, mentre il negoziato tra la Conferenza delle Regioni e il Governo centrale prosegue, la Regione Abruzzo, come ha ricordato lo stesso presidente Marsilio, continuerà ad operare nella consapevolezza che il trasoporto pubblico rappresenta un diritto costituzionale che deve essere assolutamente garantito a tutti i cittadini. “A tal proposito, – ha concluso – va dato atto al management di TUA per la professionalità con cui sta svolgendo la sua missione di servizio pubblico e di concessionario del servizio pubblico per consentire all’Abruzzo di avere una mobilità all’altezza delle esigenze dell’utenza”.