Elezioni Molina Aterno, Luigi Fasciani: “Creare Unione Comuni Valle Subequana”

Molina Aterno, il programma del candidato alla carica di sindaco Luigi Fasciani, con la lista "Progresso e Libertà", alle amministrative 2020.

Elezioni a Molina Aterno, il programma del candidato alla carica di sindaco Luigi Fasciani, con la lista “Progresso e Libertà”.

“Il prossimo 20 e 21 settembre si voterà per il rinnovo del Consiglio Comunale di Molina Aterno. Questa competizione elettorale mi vede candidato alla carica di Sindaco con la lista ‘Progresso e Libertà”. Così Luigi Fasciani, sindaco uscente e candidato anche per le amministrative 2020.

“Ad accompagnarmi in questa sfida – scrive Fasciani – una squadra di amministratori esperti, seri e preparati, capaci di lavorare per il bene collettivo con impegno, coerenza e passione: Amicosante Massimo, Carlucci Giovanni, Civitareale Romano, Del Vesco Mattia, Di Fiore Paolo, Fasciani Roberto, Fasciani Sandro. Da qui la scelta del nostro motto ‘Coerenza, Passione e Continuità’. Il periodo di profondo cambiamento che stiamo vivendo, con l’emergenza sanitaria in corso scaturita dalla diffusione del Covid-19, non solo ha fatto emergere il ruolo fondamentale delle Amministrazioni Comunali nell’assicurare stabilità, diritti e servizi ai cittadini, ma ha portato anche ad una riscoperta di aree interne come le nostre, luoghi dove il distanziamento sociale è fisiologico, dove la qualità della vita è migliore. Lavoreremo allora per far sì che questa attenzione verso le nostre aree generata dall’emergenza possa diventare una risorsa ed un’occasione per promuovere territori da sempre poco attrattivi per i turisti”.

Per Fasciani occorre “ripartire con i piccoli Comuni, con le aree interne e montane protagonisti. Il programma amministrativo da noi elaborato muove in questa direzione, dando continuità all’azione amministrativa intrapresa negli anni scorsi e ponendoci nuovi e ambiziosi obiettivi. Ogni Comune deve dimostrare di saper guardare oltre i propri confini con uno sguardo lungo che non sia quello di qualche scadenza elettorale e ragionare nell’ottica del “Noi”, pensando al bene collettivo e al futuro dei nostri paesi”.

Per assicurare ciò “cercheremo di dare vita all’Unione dei Comuni della Valle Subequana, l’unica forma istituzionale in grado di garantire l’autonomia dei Comuni e nel contempo meno costi e più servizi per i cittadini, grazie alla progressiva unificazione di servizi e funzioni. Daremo attuazione alla Strategia Nazionale per le aree interne; dopo la firma dell’APQ, l’area interna “Gran Sasso-Valle Subequana”, con il Comune di Molina Aterno capofila, affronterà la fase di attuazione della strategia mettendo in campo tutta una serie di interventi di sviluppo locale sostenibile diretti ad invertire la tendenza allo spopolamento, all’abbandono ed a garantire la fruizione dei servizi essenziali di cittadinanza negli ambiti dell’istruzione e della formazione, della salute, della mobilità e della comunicazione digitale ad alta velocità”.

“Attraverso questi interventi, anche alla luce dello sviluppo infrastrutturale di cui stiamo diventando protagonisti grazie alla posizione strategica tra Sulmona e L’Aquila, la Valle Subequana avrà una nuova centralità e un nuovo sviluppo sociale ed economico, a cui dobbiamo farci trovare pronti con le strutture istituzionali adeguate. Nell’ambito dei servizi sociali la gestione di tali servizi è affidata all’Ecad n.5 che comprende ben 42 comuni; il contesto territoriale così vasto non consente di garantire quei servizi ai cittadini che, in una situazione di criticità quotidiana, possono rivelarsi indispensabili. Ci impegneremo allora per far sì che venga garantita una maggiore presenza e articolazione dei servizi nel nostro territorio. Nell’ambito dell’urbanistica procederemo alla riqualificazione e recupero del Centro storico, degli edifici pubblici e dell’impianto sportivo in chiave polifunzionale. Procederemo ad una revisione del Piano Regolatore Generale per risolvere alcune criticità emerse nel corso degli anni, la più importante riguarda l’ampliamento del cimitero che risulta ormai inadeguato alle esigenze. Concluderemo l’iter di verifica demaniale e la fase relativa alla ristrutturazione di immobili pubblici e privati danneggiati dal Sisma del 2009. Continueremo a garantire la cura del territorio, la manutenzione delle strade interne ed il mantenimento degli impianti a rete. Nell’ambito dei servizi al cittadino lavoreremo per continuare a garantire i servizi già presenti sul territorio comunale (Ufficio Postale, Postamat, Farmacia, Distributore, ecc.) e per assicurarne di nuovi anche grazie al ruolo che il Comune di Molina Aterno svolge nella programmazione delle Aree interne e in quella dell’empowerment della Valle Subequana. Continueremo a promuovere l’associazionismo fra cittadini e a collaborare con le associazioni presenti sul territorio per migliorare il paese ed organizzare eventi di rilievo e prestigio. Lavoreremo per continuare ad aumentare e migliorare i servizi offerti ai cittadini senza aumentare, come avvenuto in questi anni, le tasse, le imposte e i tributi. (L’opera più importante realizzata e di cui andiamo più orgogliosi)”.

“Le sfide da affrontare – cocnlude Fasciani – sono molteplici, ma con dedizione, con passione, con impegno e soprattutto con il sostegno dei cittadini amministrati possiamo raggiungere grandi risultati ed è questo che Noi auspichiamo”.