Quantcast

Comune L’Aquila, Luigi D’Eramo: “La Lega sta con Pierluigi Biondi”

“La Lega sostiene e sosterrà il sindaco Pierluigi Biondi con la convinzione e la determinazione del primo giorno". E sulla sospensione degli assessori della Lega, D'Eramo assicura: "Vicenda strumentalizzata ad arte, si risolverà presto"

L’AQUILA – “La Lega sostiene e sosterrà il sindaco Pierluigi Biondi con la convinzione e la determinazione del primo giorno”

A parlare è l’onorevole Luigi D’Eramo che risponde così a quanto asserito ieri dalle opposizioni che, attaccando l’amministrazione guidata da Pierluigi Biondi, hanno sottolineato che il sindaco non avrebbe più, di fatto, una maggioranza in Comune.

“Lasciamo le offese, le illazioni e le congetture prive di fondamento al Pd e al centrosinistra: un metodo ormai acclarato che negli anni ha provocato e sta provocando problemi enormi alla città, come ultimo esempio, la questione migranti”.

“Le esternazioni del centrosinistra – prosegue Luigi D’Eramo – farebbero sorridere se non fosse per il fatto che, nel corso degli anni, hanno rappresentato la cifra di un modo di intendere la politica e l’attività amministrativa che ha provocato un disastro dietro l’altro. La questione migranti è la cartina tornasole del Pd, partito di governo a livello nazionale, responsabile di aver avallato lo scellerato arrivo di migranti sul territorio senza controlli adeguati: una situazione che sta producendo un rischio gravissimo sul fronte dell’ordine pubblico e su quello dell’emergenza sanitaria coronavirus”.

D’Eramo torna poi sulla vicenda della sospensione dei tre assessori della Lega in Giunta

“Sul piano meramente politico- incalza D’Eramo – ribadiamo senza giri di parole che l’asse tra Lega e Fratelli d’Italia è granitico e imprenscindibile, un’alleanza che ha prodotto già ottimi risultati a tutti i livelli, dalla Regione in giù, e continuerà a farlo nell’immediato futuro. Il confronto interno alla coalizione, che procede in maniera serena e costruttiva, rappresenta la forza stessa dell’alleanza e porterà, molto presto, a risolvere senza alcun problema le questioni sul tavolo, a partire da quella, strumentalizzata ad arte, della sospensione delle deleghe ai nostri assessori”.

“C’è poi da rimarcare – conclude D’Eramo – quanto sta accadendo sui territori. Il Pd e il centrosinistra offendono le nostre comunità, come quella di Poggio Picenze, che si appresta al voto. Il tentativo evidente è quello di relegarla a un ruolo marginale e insignificante, non capendo che il territorio costituisce la principale ricchezza anche per la città dell’Aquila;su Poggio Picenze, come su tutte le altre realtà, la Lega ci mette la faccia con uomini e progetti chiari e credibili,mentre il Pd e il centrosinistra continuano nelle loro operazioni sottotraccia piazzando alla rinfusa “yes man” e referenti solo ad uso e consumo delle elezioni ovvero pedine senza alcuna progettualità politica che offendono paesi, borghi e comunità”.