Pescina, Ignazio Silone torna a casa

Inaugurata la casa natìa di Ignazio Silone a Pescina, dopo importanti lavori di ristrutturazione. Il sindaco Iulianella: "Ignazio Silone finalmente torna nella casa dov’è nato, dove ha vissuto i primi anni dell’infanzia, dove ha sofferto la distruzione e la separazione dai propri affetti a causa del terremoto del 1915"

Pescina – È stata inaugurata la casa natìa di Ignazio Silone a Pescina in via delle Botteghe, a seguito degli importanti lavori di ristrutturazione resi possibili grazie al contributo della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale e del Comune di Pescina.

In seguito dell’ottenimento di tutti i permessi per l’avviamento del progetto di recupero integrale, nonostante il periodo di chiusura per l’emergenza sanitaria e le misure di sicurezza adottate per il contenimento del virus Covid-19, i lavori di ristrutturazione sono stati ultimati lo scorso 12 Agosto.

casa natia ignazio silone pescina

Alla cerimonia hanno partecipato il Sindaco Stefano Iulianella e il Presidente della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale, Professor Emmanuele Francesco Maria Emanuele, accompagnato dal Direttore Generale Prof.ssa Alessandra Taccone.

casa natia ignazio silone pescina

«Giunge finalmente a felice conclusione un progetto a cui tengo particolarmente e che reputo essere un dovere morale nei riguardi del più illustre intellettuale della città, Ignazio Silone, e di Pescina stessa, che ospita il Museo a lui dedicato” ha dichiarato il Professor Emmanuele F. M. Emanuele, Presidente della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale che promuove e sostiene il restauro. “Questo restauro, da me fortemente voluto, è inoltre una testimonianza della mia gratitudine nei confronti della città stessa e della persona del Sindaco Stefano Iulianella, a cui debbo il privilegio di annoverarmi cittadino onorario.».

casa natia ignazio silone pescina

Le parole del sindaco Stefano Iulianella: “Ignazio Silone torna a casa, in quella casa che lo ha visto nascere e soprattutto soggiornarvi volentieri nelle sue visite pescinesi. Grazie alla generosità di Mario e Teresa Tarola, suoi pronipoti, che col cuore l’hanno donata.
Il restauro della casa natìa dello scrittore Ignazio Silone non è soltanto l’importante recupero architettonico di un edificio sito nel nostro splendido centro storico, ma altresì di una parte importante della storia della nostra città e dell’identità culturale che la caratterizza. Ignazio Silone finalmente torna nella casa dov’è nato, dove ha vissuto i primi anni dell’infanzia, dove ha sofferto la distruzione e la separazione dai propri affetti a causa del terremoto del 1915. Tutto ciò è stato reso possibile dalla generosità degli eredi dello scrittore, che hanno donato al Comune di Pescina l’immobile oggi recuperato, dalla lungimiranza e sensibilità del Professor Emmanuele F. M. Emanuele, Presidente della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale e nostro concittadino onorario, che – oltre a perpetuare il pensiero di Silone attraverso la storica rivista “Tempo Presente” – ne ha sostenuto il restauro, ed infine dall’attenzione della Regione Abruzzo che, attraverso i finanziamenti legati al Masterplan Patto per il Sud, ha investito nel recupero della storia della nostra città.».

La cerimonia di inaugurazione è stata seguita dal racconto in musica intitolato “Il perdono nutre il mondo – Silone, Dante e la Perdonanza di Celestino V” di Angelo De Nicola, accompagnato dalla fisarmonica di Lorenzo Scolletta e dal pianoforte di Sara Cecala.

(foto Martina Iulianella)