Palazzo Ardinghelli riapre, nuova vita nel segno del Maxxi

Palazzo Ardinghelli riapre alla città: nel segno del Maxxi una nuova vita dopo la furia del sisma.

Palazzo Ardinghelli torna a nuova vita dopo la furia distruttrice del sisma del 6 aprile 2009.

Il restauro di Palazzo Ardinghelli verrà presentato questa mattina alle 11.30 in Piazza Santa Maria Paganica.

Palazzo Ardinghelli, che ospiterà il MAXXI L’AQUILA era stato edificato dalla famiglia di origine toscane Ardinghelli che si era stabilita a L’Aquila nel 1600.

Trae la sua origine nella complessa ricostruzione della città dopo il sisma del 1703, in questo contesto fu tra i primi palazzi nobiliari a vedere la luce, insieme a Palazzo Quinzi e Palazzo Pica Alfieri.

Durante la presentazione alla città di Palazzo Ardinghelli verranno spiegati anche gli ingenti lavori di restauro.

Saranno introdotti da Margherita Guccione, Direttore generale per la creatività contemporanea del MiBACT e Pietro Barrera, Segretario generale della Fondazione MAXXI.

Interverranno: Anna Laura Orrico, Sottosegretario del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo; Alexey Fadeev e Konstantin Belyaev, Consiglieri dell’Ambasciata della Federazione Russa in Italia, Stefano D’Amico, Segretario regionale del MiBACT per l’Abruzzo; Alessandra Vittorini, Sovrintendente per archeologia, belle arti e paesaggio per la città dell’Aquila e i Comuni del Cratere; Pierluigi Biondi, Sindaco dell’Aquila; Marco Marsilio, Presidente Regione Abruzzo; Giovanna Melandri, Presidente Fondazione MAXXI.

Seguirà per i presenti la visita al Palazzo.

Nel pomeriggio di sabato 5 e domenica 6 settembre sono state organizzate visite guidate condotte dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di L’Aquila (info e prenotazioni su maxxilaquila.art)

MAXXI L’Aquila sarà inaugurato il prossimo 30 ottobre.