Red Blue Eagles, un calcio alle barriere: tre handbike in dono per l’inclusività

Tre handbike donate dai Red Blue Eagles all'associazione No limits Bike, per il progetto "Back on Track", una pista per persone con disabilità a Poggio Picenze. Il giovane Antonello Pizzi si è già rimesso in sella

C’è chi pensa che il calcio sia solo un gioco. Eppure, da un gioco, da quella corsa dietro al pallone e dalla passione di tanti cuori, nascono cose belle. Come il dono che i Red Blue Eagles, per L’Aquila 1927, hanno fatto ad Antonello Pizzi, un giovane che due anni fa ha perso l’uso delle gambe.

Lo storico gruppo di tifosi rossoblù è sceso in campo, ancora una volta, per la solidarietà. Donate 3 bici handbike per il progetto “Back on Track”, che ha perseguito la volontà di realizzare una pista handbike a Poggio Picenze.

https://www.facebook.com/laquila1927/posts/1056333588120595

Le hadbike donate sono adattabili a diverse tipologie di disabilità. Una è stata donata al giovanissimo Antonello Pizzi, un ragazzo molisano che nell’estate del 2018 ha avuto un brutto incidente, perdendo l’uso delle gambe. Ora Antonello si è rimesso in sella, sulla bici donata dai Red Blue Eagles. Questa la nota dei RBE a commento dell’iniziativa.

“Quest’anno, come ormai da oltre 10 anni a questa parte, ci eravamo messi in moto per organizzare l’XI edizione della nostra giornata “Alla mia terra giuro eterno amor”, che si è svolta sempre all’insegna della solidarietà e del ricordo di chi ci ha lasciato, ma che rappresenta l’epilogo di un percorso che ogni anno parte da lontano. Edizione purtroppo saltata per l’emergenza Coronavirus. Oltre un anno fa, abbiamo conosciuto Gadaf Haliti ed abbiamo recepito la sua storia e il suo progetto “Back on track”, con l’obiettivo di realizzare una pista per handbike nella zona di Valle del Campanaro a Poggio Picenze, comune a pochi chilometri da L’Aquila”.

 

 

“Ci siamo quindi posti un nuovo importante traguardo da raggiungere, prefissandoci di comprare e mettere a disposizione della sua associazione 3 bici handbike adattabili a diverse tipologie di disabilità. Lo scopo dell’iniziativa è quello di favorire la realizzazione di progetti che facilitino il raggiungimento di un modello di vita attiva tramite lo sport, supportando e coinvolgendo persone con disabilità. Il costo delle 3 bici che abbiamo donato nei giorni scorsi è di 16.000€, fondi già in nostro possesso derivati dalla sottoscrizione popolare da noi avviata da gennaio a maggio 2019, per l’acquisizione di due macchinari Dignicap e per gli altri progetti da noi sviluppati legati all’oncologia”.

 

 

“Le attrezzature da noi donate potranno essere noleggiate attraverso l’associazione “No Limits Bike” e saranno a disposizione di tutte le persone con disabilità che vorranno usufruirne. In questi anni abbiamo voluto sempre lasciare traccia del nostro passaggio, costruendo qualcosa di concreto, utile ed inclusivo sul territorio… ed anche questa volta ci siamo riusciti! Solidarietà ed inclusività fanno parte della nostra mentalità. Il 30-08-2020 un altro traguardo prefissato è stato raggiunto! Alla mia terra giuro eterno amor XI edizione”.